Questo sito contribuisce alla audience di

L’ascesa inaspettata del giovane australiano

Joshua Brillante, appena arrivato a Firenze il commento ricorrente era: “Chi?”. Ma è bastato poco al giovane australiano per mettersi in mostra e far capire a tutti che lui era arrivato alla Fiorentina per ritagliarsi il proprio posto. Già a Moena si era messo a lavorare intensamente e le parole di oggi di Pradè e Macia non fanno che confermare quanto di buone Brillante aveva fatto vedere nelle sue prime uscite. Adesso, però, viene il bello, convincere Montella a puntare su di lui anche in campionato quando le cose si faranno difficili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA