L’AUSTERITY dei Della Valle. E ora i conti tornano

Dopo il buco di bilancio, un rosso di oltre trenta milioni di euro che abbiamo potuto trovare nel bilancio 2014, la Fiorentina è già tornata in carreggiata. L’austerity dei Della Valle, così com’è stata rinominata da La Gazzetta dello Sport, ha fatto sì che i conti ricominciassero a tornare. La cessione di Cuadrado ha rimesso la società sui binari giusti, almeno per quelli che erano gli obiettivi dati dalla proprietà, mentre quella di Savic ha permesso di poter arrivare a Kalinic e Blaszczykowski. Inoltre c’è stato un taglio del monte ingaggi del 17% che però, secondo il giornale è solo un primo passo, benché importante. “Perseguire l’obiettivo sportivo massimo, mantenendo una continua attenzione ai conti” è questo il diktat che tutti dovranno seguire in Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  1. Anna Antonucci

    Giustissimo: Efficienti ed Efficaci. Credo che i Della Valle ne capiscono di bilanci! SFV 💜

  2. Il 2014 ha chiuso in perdita di oltre 30 milioni solo per la strana decisione di chiudere il bilancio al 31/12 (invece che al 30/06 come la stragrande maggioranza delle squadre di calcio) e quindi la cessione di Cuadrado e l’avanzo di circa 5 milioni della campagna acquisti estiva porterà il 2015 fortemente in attivo. Bene, ma Milan le altre che hanno investito tanto, se non arrivano a qualificarsi in Champions come potranno avere i bilanci in ordine? Ma il FPF lo dobbiamo avere solo noi? SFV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*