Le glorie viola danno spettacolo. Antognoni mattatore. FOTO

Soddisfazione per la grande partecipazione al decennale di Blue Clinic come dichiarato da Stefano Manneschi (Presidente) e Dottor Giovanni Serni (Direttore Sanitario) anche durante l’open day della mattina. Vero mattatore della festa Leonardo Pieraccioni che con la sua simpatia e capacità di improvvisazione ha condotto, con un ottimo risultato (circa 5.500 € il ricavato), l’asta di beneficenza per “Cure2Children Foundation”. Tra i vari premi la maglia del Barcellona firmata da Lionel Messi, le scarpe di Luca Toni della stagione 2005-2006 anno in cui ha vinto la scarpa d’oro, le maglie della Roma di Francesco Totti e di Daniele De Rossi, i guanti di Gianluigi Buffon e molte maglie della squadra Viola. Il torneo di calcetto che ha visto la partecipazione della rappresentativa delle Glorie Viola, dei giornalisti, del Mondo dello Spettacolo-All Star e dei fisioterapisti della Blue Clinic è stato vinto dalle Glorie Viola e ha regalato momenti di sano e corretto agonismo e di tifo sugli spalti soprattutto visto la presenza di grandi campioni come Moreno Roggi, Galbiati, Pin, Mareggini e di artisti come Alessandro Canino e Stefano Fantoni, direttore amministrativo di QN. E’ stata molto gradita la visita a sorpresa di Giancarlo Antognoni. Erano presenti Stefania Saccardi, Assessore al Diritto alla salute, al welfare e all’integrazione socio-sanitaria, Francesco Casini, Sindaco di Bagno a Ripoli, e Sara Funaro Assessore Welfare e Sanità del Comune di Firenze. Niccolò Sborgi, Amministratore Delegato, nel suo intervento ha sottolineato: “Questi anni sono passati in fretta, sono stati intensi e pieni di sfide. Oggi vogliamo guardare al futuro. La ricerca e le positive novità e sensibilità per il benessere delle persone e i corretti utili di vita conoscono nuovi scenari. E noi vogliamo stare al passo con i cambiamenti. Per questo abbiamo avviato collaborazioni e progetti significativi con L’Università degli Studi di Firenze (Facoltà di Scienze Motorie), con Tecnogym e con alcuni professionisti della Sanità e delle Scienze Motorie. Intendiamo impegnarci in ulteriori sfide strutturali e culturali”. “Fare impresa in un territorio ha per noi un valore economico ma anche culturale, sociale e solidaristico” conclude Sborgi.

antognoni-blue-clinic pieraccioni-blue-clinic

© RIPRODUZIONE RISERVATA