Questo sito contribuisce alla audience di

Le grandi manovre dirigenziali. Pradè a rischio

PierpaoloMarinoLo stiamo ormai scrivendo da mesi che la posizione di Daniele Pradè è tutt’altro che solida. La sua poltrona di direttore sportivo è ambita in Italia e alla fine della terza stagione insieme, l’ex diesse giallorosso e la Fiorentina potrebbero dirsi arrivederci. Le grandi manovre del resto sono già iniziate da un bel pezzo. Qualcuno ha proposto il nome di Delli Carri e la vocina è già giunta al diretto interessato, ma i viola non si fermano ad un solo candidato e, in questo senso, anche il nome di Pierpaolo Marino può e deve essere tenuto in considerazione assieme ad un ventaglio di ipotesi tutte al vaglio delle dirigenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 commenti

  1. Il problema VIOLISSIMO é che non sappiamo venderli i giocatori ed abbiamo problemi con i contratti. Se Marino fosse bravo in questo saluterei molto volentieri Pradé! Ovviamente mi tengo anche il grande Macia.

  2. NON MI SEMBRA UN GRAN CAMBIO.ALLORA ERA MEGLIO CHE CI TENEVAMO CORVINO CHE VALE PIU DI PRADE’ E DI MARINO IO NE CONOSCO SOLO 2 BRAVI CHE FORSE SONO LIBERI: SARTORI E LOMONACO.

  3. ci sono dei commenti veramente esilaranti commissioni di essi è una volta insediato in una società decidessi lui cosa fare e cosa non fare dettando legge sulla politica da seguire…. evidentemente se Marina Bergamo fa quadrare i conti e perché la proprietaria ha chiesto questo, non ti pare nord viola??

  4. Marino è bravo solamente a vendere giocatori in quanto ad acquistare gente buona io mi tengo senz’altro Pradè che se ha i soldi sufficienti è in grado di far bene e non ha niente da invidiare a nessuno. Certamente che deve avere qualche soldo altrimenti come fa??? In sostanza, non credo che la Fiorentina abbia bisogno di cambiare Pradè con Marino.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*