Le indiscrezioni (e le smentite) su Costil e le voci su Sirigu. Il portiere non è una certezza

Sirigu

Un portiere discreto in porta, regolare di rendimento, ma che ha palesi limiti coi piedi, che sono emersi in maniera fragorosa durante Juventus-Fiorentina. Tatarusanu si è mostrato così agli occhi dei tifosi viola in tutte le partite in cui è stato chiamato a giocare. Non è una certezza e non ha certezze di rimanere, anche se il tempo gioca a suo favore: pensare che possa andarsene adesso, a campionato iniziato, è davvero un esercizio spericolato, eppure…Sono arrivate indiscrezioni (smentite dalla Fiorentina) su un possibile arrivo di Costil, portiere del Rennes, così come La Nazione rilancia stamani il nome di Sirigu, in uscita dal Psg. Insomma segnali che mandano verso un’unica direzione: occhio al portiere che se non è oggi è domani…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Rabni_pucedipeet

    Ma Dragowsky non era un fenomeno???

  2. tata deve ritrovare fiducia e grinta, la società e il mister ci devono parlare perché così non va!! se lo vedono spento, bisogna intervenire!! sul primo gol qualcosa in più poteva fare e sul secondo non ha coperto adeguatamente!

  3. Dai via, parliamoci chiaro … tatarusanu è un insufficienza quasi perenne ma per le ambizioni di questa proprietà è in piena linea.
    Poi se si guarda la parte di noi tifosi è ovviamente un incapace da sostituire, ma … come ormai sappiamo bene, noi siamo SOLO i CLIENTI .. quindi contiamo ZERO.
    Teniamoci il tata, teniamoci tomovic, non liberiamoci di rossi e babacar e continuiamo a tenere ilicic; la verità è che abbiamo una squadra da 4-8 posto (come era l’anno scorso, infatti siamo poi MENO MALE arrivati quinti)

  4. Tifolamagliaviola

    Il giochino Tata-Alonso, rinvio lungo del portiere sull’out di sx, non é roba per piedi ruvidi, già non facile anche per un piede educato, e faticoso per il laterale. La Fiorentina preferisce comunque tentare di uscire cosi’ dal pressing alto avversario che arrischiare una giocata a terra o un lancio lungo centrale. Questo mostra poca fiducia nell’avviare la manovra sotto pressing, malgrado si abbia centrocampisti molto tecnici, leggerini fisicamente, ma tendenti allo svolazzo barocco che mette nei guai. A discarico del Tata, si potrebbe anche dire che avere a fianco dei difensori come Astori e Tomovic, macchinosi e incerti, metterebbe ansia a qualsiasi portiere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*