Le nostre PAGELLE: Astori e la testa sulle nuvole. I venti minuti di Ilicic come intermezzo nel nulla

Ilicic in azione contro il Carpi in Coppa Italia. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Ilicic in azione contro il Carpi in Coppa Italia. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Tatarusanu: 6 Un paio di interventi, qualche uscita e quando Kragl lo sorprende ci pensa l’incrocio dei pali a fargli un bel favore.
Roncaglia: 6 Una prestazione onorevole che forse avrebbe pure segnato quando verso la fine scaglia un destro secco respinto dal solito Blanchard.
Gonzalo: 6 Della sua partita rimarranno impresse le botte che ha preso e dato a Ciofani. I due si sono annullati a vicenda.
Astori: 5 Che non sia in grandissima giornata lo si capisce già dal primo tempo quando commette due ingenuità grossolane e pericolose in appoggio. Ma anche nel secondo tempo la musica non cambia molto e si fa ammonire regalando una punizione importante (ma non sfruttata) agli avversari.
Bernardeschi: 5,5 Pochi palloni toccati, poca intraprendenza. Un po’ meglio nella ripresa dove almeno un paio di iniziative le prende e prende anche la porta, ma niente di trascendentale. Tello: 5,5 Appena entrato sembra voler spaccare il mondo. Resta purtroppo un’impressione perché anche lui finisce per sbattere sul muro del Frosinone.
Badelj: 6 Quando si alza in campo e guadagna metri, lo fa anche tutta la squadra. E la sua frazione di secondo tempo è emblematica in questo senso. Solo che uno come lui non può non beccare la porta quando si trova solo a calciare da dentro l’area. Zarate: 5,5 Un’accelerazione in cui crea lo scompiglio, ma poi calcia la punizione seguente in curva.
Vecino: 6 Poteva arrivare il primo gol in viola, ma Leali compie un autentico miracolo sul suo colpo di testa ravvicinato. Perde un pallone pericolosissimo sulla trequarti che poteva costare caro.
Alonso: 5,5 Ha spazio e gamba per fare quello che vuole su quella fascia finisce per essere molto confusionario e poco efficace.
Ilicic: 5 Positivo per dieci minuti nel primo tempo e un’altra decina nella ripresa. Nei rimanenti 66 minuti in cui lo si vede in campo (è uscito all’86’) niente. Babacar: SV.
Borja Valero: 5,5 Dopo il palo di Kalinic fa fare un figurone a Leali perché il suo tap-in è davvero pigro e poi colpisce una traversa a porta spalancata. Due circostanze, una dietro l’altra che, a nostro avviso influiscono sul suo giudizio. Disegna un bel cross per la testa di Vecino nella ripresa.
Kalinic: 6 Attivo e sfortunato, perché ci si mettono tutti per non farlo segnare. Prima Blanchard che si immola mentre batte a colpo sicuro, poi il palo che respinge una conclusione a Leali battuto e infine lo stesso Leali che allunga le mani su un suo diagonale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 commenti

  1. spfl@optonline.net

    Pino concordo con te 100%.
    E’ vero Sousa e’ troppo scarso. Spero propio che se ne va via. E che si porta anche Borja, Bernardeschi, Ilicic ecc.

  2. Ah dimenticavo, Sono sempre io. Non credo che vorranno riscattare Astori. E’ scarso e anche oggi ha commesso degli errori imperdonabili, che mai un difensore di serie A farebbe. Medaglina e via. Gia ne abbiamo motivi validi per bestemmiare per le prestazioni di Roncaglia e Tomovic. Bastano e avanzano. Non c’è motivo di doversi disperare anche per Astori, pessimo difensore sotto ogni punto di vista.

  3. Cari tifosi della Viola ci vuole coraggio a difendere Borja Valero. Oggi con il Frosinone, assieme a Ilicic, è stato il peggiore in campo perchè non si può sbagliare gol con la porta spalancata. Non c’è più il carissimo Borja Valero. Già mi aveva fatto tenerezza, e anche pena, contro il Verona poichè ad ogni folata di vento perdeva l’equilibrio. Io non so come venga allenato da Paulo Sousa, ma Borja meriterebbe un lungo periodo di riposo. Mi rendo conto che mancano 8 partite alla fine, ma che ce ne facciamo di un Borja Valero così scarso? E ancora. Oltre allo spagnolo, manderei in tribuna Ilicic, che sta ritornando l’impalpabile giocatore appena arrivato a Firenze e che per tre anni si è fregato lo stipendio senza incidere assolutamente. E Kalinic? Un altro da far riposare, anche lui bruciato da Paulo Sousa. Il mister è troppo scarso, non è adatto ad allenare nel campionato italiano. Il suo staff ha grandissima responsabilità nel crollo fisico della Fiorentina. Qui hanno sbagliato preparazione e ora non sanno cosa inventarsi per riprendere la giusta via.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*