Le nostre PAGELLE: Babacar, l’Udinese ti fa bello, ma una rete e trequarti sono di Bernardeschi. E Saponara…

Tatarusanu: 6,5 Zapata lo centra da distanza ravvicinata ma il piazzamento, la reattività e l’efficacia ci sono. E’ così che il rumeno neutralizza l’unica, grande occasione dell’Udinese in tutta la partita.
Tomovic: 6,5 Si regala e ci regala una serata senza tachicardia e rischi dietro e con anche una propulsione offensiva che non gli è propria.
Gonzalo: 6 Si perde Zapata una sola volta. Buon per lui che nella circostanza il colombiano decida di prendere in pieno Tatarusanu da due passi. Per il resto galleggia in maniera positiva nelle retrovie.
Astori: 6 Stavolta non c’è Dzeko e non ci sono esterni che mettono in difficoltà e quindi si può tirare, sia pur relativamente, il fiato.
Chiesa: 6 Non è facile farsi largo quando ti raddoppiano e ti riempiono di pedate, di fatto impedendoti di giocare. E se nel primo tempo arriva qualche accelerazione delle sue, la ripresa è più povera di spunti.
Badelj: 6 L’inno dell’essenziale, appoggio facile e posizione a presidiare il centrocampo.
Vecino: 6,5 Costanza di rendimento positivo per l’uruguaiano che sfiora anche il gol con una mezza magia da posizione impossibile con palla finita alta di un soffio. Saponara: 6,5 Restiamo cauti, ma i primi minuti in campo con la maglia viola ci hanno regalato due o tre giocate veramente di alta classe e ci hanno fatto intravedere che tipo di doti abbia questo giocatore.
Milic: 6 Widmer gli va via in una circostanza nel primo tempo e in quel caso la Fiorentina rischia. Però spinge con costanza e anche se la gente gli chiede più intraprendenza, c’è da dire che qualche cross interessante riesce a metterlo.
Bernardeschi: 7,5 La prima rete della Fiorentina, per il tabellino, porta la firma di Borja Valero, ma tutto nasce da una sua invenzione e da un sinistro incredibile che si stampa sulla traversa e poi viene raccolta e spedita in porta dallo spagnolo. E poi tante giocate con il suo sinistro e un rigore battuto alla perfezione. La nota negativa, se proprio vogliamo, è l’ammonizione ricevuta in modo ingenuo ed inutile che lo costringerà a saltare la trasferta di Milano. Tello: SV.
Borja Valero: 6,5 Finalmente un gol ed è già una notizia, finalmente uno squillo di tromba da parte di uno dei giocatori che più erano stati in balia delle onde nel corso delle ultime apparizioni viola.
Babacar: 7 L’Udinese è un vero e proprio talismano per il senegalese. Basta giocare contro i friulani e lui segna con puntualità. Al di là della rete (la deviazione di Samir è stata importante nella circostanza) è il piglio molto diverso rispetto soprattutto a Pescara che colpisce. E poi ogni volta che spara in porta centra i pali difesi da Karnezis (salvo un colpo di testa finito fuori). Kalinic: 6 Appena entrato sfiora il gol con una girata difficile. Fallisce però due buone opportunità per non voler calciare di sinistro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

32 commenti

  1. d’accordo con le pagelle!! bisogna essere più presenti mentalmente sulla gara e stare attenti ad esempio a cartellini evitabili!!

  2. L Udinese non e’ la Roma e quindi e’ piu’ facile farsi belli…ma detto questo,ieri era insidiosa perche’ sarebbe bastato un minimo inciampo x sprofondare.Quindi bene il risultato e bene Saponara.Soliti problemi in difesa che si evidenziano anche con squadre di livello inferiore.Continuo a pensare che quando Borsa gira,la squadra e’ un altra e che Berna e Chiesa abbiano fatto bene.Baba deve lottare con il suo carattere ancor prima che con gli avversari,Tata si conferma come buon portiere,Vecino ok e infine Sousa che molti infamano ma che secondo me se avesse giocatori di maggior tasso tecnico in difesa e una rosa di maggior spessore,sarebbe un vincente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*