Le nostre PAGELLE: Babacar, Rebic e Kalinic, praticamente il nulla. Vecino è a terra

Babacar Belenenses

Sepe: 6 Respinge un tiro centrale di Zaccardo ed è l’intervento più difficile della sua gara. Impossibile arrivare sul destro al giro di Di Gaudio.
Tomovic: 5 Marca Di Gaudio nella maniera più blanda possibile. E puntualmente l’attaccante del Carpi ringrazia e punisce la Fiorentina.
Gonzalo: 5 Trova il modo di farsi buttare fuori anche in una partita che più calma non si può. L’irruenza non è una buona consigliera, anzi non serve proprio a nulla.
Astori: 5,5 Pulito e attento, senza strafare. Poi fallisce una bella occasione per il pareggio a tempo scaduto.
Bernardeschi: 5,5 Bellino con quella sua testa alta e quel sinistro felpato, ma stringi, stringi…
Badelj: 5,5 Una traversa colpita con un tiro di prima intenzione, tanto bello quanto sfortunato. Ma è l’unico
Vecino: 5 Forse è in debito d’ossigeno perché ne azzecca veramente poche. Il tour de force a cui è stato costretto lo ha letteralmente messo a terra. Rossi: 5 Tocca quattro palloni e li perde tutti. En plein.
Pasqual: 6 Genera un’importante occasione nel primo tempo, non finalizzata da Babacar e Kalinic, all’interno di una prova che non passerà alla storia, né nel bene, né nel male. Alonso: 5 Fuori misura in ogni sua espressione, cross o tiro che sia.
Rebic: 4,5 Ha una chance importante e la spreca per l’ennesima volta. Sbaglia un gol clamoroso da solo davanti al portiere e Sousa lo lascia negli spogliatoi all’intervallo. Ilicic: 5,5 Si vede per un ripiegamento difensivo, ma in attacco non punge.
Babacar: 5 Mette Rebic davanti al portiere, ma il compagno non trova di meglio che calciare addosso al portiere avversario. Prima e dopo, praticamente il nulla.
Kalinic: 5 Per la seconda gara di fila si vede pochissimo. Fallisce una buona chance nel primo tempo poi stop!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

62 commenti

  1. x me classificare Babaun fuoriclasse è da esilio x me è un pilastro di cemento armato piantato in mezzo al campo non sa saltare l’avversario non corre non si muove e avulso praticamente è il nulla assoluto.

  2. Abbiamo fallito troppi gol e concesso troppe occasioni al Carpi. Troppo blando l’atteggiamento. Ci sono problemi fisici in qualche elemento ma c’è il turnover per questo. Le 2 punte non hanno collaborato. Uno non è più umile e l’altro troppo assente con la testa. Ilicic e Berna volevano fare tutto da soli. Senza cattiveria non si vince e smetterla con le scuse. Non ci facciamo travolgere dalle scuse. Ora ripartire contro il Chievo in tutte le maniere. Si deve e si può vincere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*