Le nostre PAGELLE: Berna un genio calcistico, Ilicic illuminato, Borja l’anima e Alonso è inarrestabile

Tatarusanu: 7 Una sola parata, ma di coefficiente di difficoltà massimo. Sbarra la strada al lanciatissimo Maxi Moralez e salva anche il risultato, che in quel momento era davvero in bilico.
Tomovic: 6,5 Chiude, riparte e spinge. Lo spazio c’è e il serbo prova a sfruttarlo al meglio.
Gonzalo: 6,5 Con l’Atalanta in dieci è vero che è più facile difendere, ma c’è da dire che l’argentino è sempre puntuale quando è chiamato ad intervenire.
Astori: 6,5 Degno centrale all’interno di una difesa bella rocciosa.
Blaszczykowski: 7 Un gran crescendo dal gol al Bologna fino a stasera. E’ subito determinante perché si inserisce bene, Bernardeschi lo ‘premia’ e Paletta e Gomez lo stendono in tandem
Badelj: 7 Anche senza fare cose straordinarie (come a San Siro o Lisbona) riesce a dare un grande ordine al centrocampo della Fiorentina. Senza contare che le palle perse sono praticamente nulle.
Borja Valero: 7,5 E’ l’anima di questa Fiorentina che vola. Prende un palo con un tiro dalla distanza, anche se non è mai stata la specialità della casa. Riesce a risollevarsi subito da un errore, l’unico della sua partita, che poteva costarci caro, realizzando il suo primo gol in campionato che chiude ufficialmente la pratica Atalanta. Poi tanto movimento, tanto possesso palla, tanta qualità. Come direbbe Guido Meda: “Borja c’è!”. Mati Fernandez: SV.
Alonso: 7,5 La velocità di una locomotiva, la forza di un bulldozer, un mix esplosivo per il ministro della fascia sinistra: ed è praticamente inarrestabile.
Ilicic: 7,5 Come si muove salta almeno un avversario. Come ha spazio tira in porta che è un piacere. E come si presenta dal dischetto fa centro con grande freddezza. Il tempo dei fischi per lui è davvero un ricordo remotissimo, ora per lui ci sono solo applausi. Verdù: 7 Come definire il suo gol se non una prodezza?
Bernardeschi: 7,5 Il suo mestiere a questo giro è mettere i compagni davanti alla porta. Prima Kuba (ed è rigore ed espulsione), poi Borja (ed è 2-0). Due palle di grande genialità calcistica, ma che non sono gesti isolati in una gara in cui vengono fuori le sue ottime qualità. Vecino: 6,5 Entra subito in partita, del resto la forma è veramente eccelsa. Un paio di conclusioni dalla distanza alle quali però manca un po’ di mordente.
Kalinic: 7 Il suo assist per Verdù vale da solo il prezzo del biglietto, anche se è vero che lo spagnolo lo impreziosisce da par suo con un gran tocco al volo. La mira non è quella di San Siro stasera, ma va bene lo stesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

29 commenti

  1. benissimo tutti e si poteva fare anche meglio!! che rabbia per le sconfitte contro toro e basilea! si potevano vincere anche quelle con più attenzione e cattiveria!! comunque ora ci siamo e dobbiamo crederci!!!

  2. onora il padre

    Ma perche’ nessuno dice che anche Riomma e Napoli dovranno affrontare un match difficile?

  3. Grazie per questi giorni da sogno….

  4. Godo.
    Devo delle scuse alla società che, evidentemente, non ha sbagliato il mercato come molti, me compreso, hanno pensato.
    Bravi tutti, impressionante Sousa per come si è calato in una realtà nuova e come, con una squadra sulla carta inferiore a quella allenata da Montella un anno fa, sia arrivato a risultati decisamente superiori.
    Godo.

  5. Berna mvp, Badelj e Borja super. Tata decisivo (alla faccia di Neto). Bello il siparietto tra Paolo Sousa e Sarri

  6. Grazie ragazzi per 2 settimane resteremo in vetta
    Roma o Napoli …lo scudetto stavolta andrà lì…
    potessi scegliere dico Napoli..i romani li detestoooi

  7. Mi accontenterei di 4 punti nelle prossime due gare…. Anche se la vedo tosta

  8. Se segna pure verdu’ e chi ci ferma piu’….
    Forza viola!!

  9. Adesso 15 giorni di nazionale sai che palle.Poi subito Napoli e Roma.ma adesso pensiamo al presente che dice viola in testa al campionato che goduria ragazzi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*