Le nostre PAGELLE: Costa e Babacar, una tragedia. Ma una Fiorentina così va da poche parti…

Tatarusanu: 6 Si scalda le mani con una punizione di Marrone dal limite dell’area. Toni gli calcia addosso e piano da buona posizione.
Tomovic: SV. Roncaglia: 6 Non sbanda e non concede molto.
Astori: 5,5 Un mezzo miracolo lo compie su Rebic nella ripresa. Il suo intervento in extremis sul croato salva la Fiorentina da una rete subita praticamente certa. Una sua indecisione in area nel finale poteva costare cara e tra l’altro ha fatto un fallo da rigore su Rebic.
Alonso: 6 Da centrale tende a rischiare il meno possibile e a comportarsi come un diligente scolaretto. Il risultato è accettabile considerando appunto che stiamo parlando di un adattato nel ruolo.
Tello: 6 L’unico che può rompere la monotonia di un possesso palla lunghissimo, ma sterile è lo spagnolo. Non che faccia cose stellari, intendiamoci, ma le sue accelerazioni e palle basse nel mezzo per Zarate colgono di sorpresa la difesa del Verona. Particolare da aggiungere: una di queste due palle basse, genera la rete dell’1-0 viola. Purtroppo per la Fiorentina si spegne totalmente o quasi nella ripresa.
Tino Costa: 4,5 Campione mondiale di palle perse, alcune delle quali davvero molto pericolose. Il tutto unito ad una lentezza di manovra che purtroppo penalizza la squadra di Sousa. Bernardeschi: 5 Non riesce ad incidere minimamente dal momento della sua entrata in campo.
Mati Fernandez: 5,5 Qualche palla la perde, qualcuna la riconquista. Corre, per carità, ma non c’è molta inventiva nella sua azione.
Pasqual: 5 Sousa si aspetta i cross dalla sua parte, alla fine ne arriva uno di quelli buoni, senza però che nessuno ne approfitti anche perché in attacco siamo appannati. Ma niente di più. Sull’azione del gol del Verona si ritrova a dover marcare due giocatori avversari, da capire chi dovesse seguire Pisano.
Borja Valero: 5,5 Più generoso che lucido, purtroppo anche Borja è in una fase in cui le idee mancano.
Zarate: 6 Fin troppo facile sottolineare quanto tenga palla, però alla fine tutti i tiri più pericolosi partono dai suoi piedi, compreso il gol partita. Probabilmente senza il tocco di Bianchetti, Gollini avrebbe preso il suo tiro, ma è un qualcosa che non sapremo mai.
Babacar: 4,5 Non tiene un pallone, non azzecca un passaggio o una sponda, non tira in porta. Quello visto col Verona è purtroppo da bocciare. Kalinic: 6 Sfiora la rete della vittoria con una girata all’ultimo istante sulla quale Gollini compie un grande intervento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

45 commenti

  1. tino costa 3, uno dei peggiori giocatori delle serie a se non il peggiore. a sousa vorrei chiedere: ma mario suarez era davvero più scarso del suddetto?

  2. Ah, e per chi invoca l’alibi della formazione sballata…
    Kalinic ultimamente non segna nemmeno con le mani… Ilicic non ne parliamo… Bernardeschi, secondo molti uno dei fenomeni emergenti del panorama europeo, ha forse dato traccia di sè, se non con errori marchiani, nelle ultime partite?

  3. Questa è la dimensione dell’attuale rosa viola… Spremuta dopo 15 partite a mille. Certo che vedere 11 giocatori immobili farsi prendere a pallonate dagli ultimi in classifica fa una tristezza…

  4. Ma è possibile una Viola così a due facce? Super magnifica nel girone di andata tanto da stupire per primo tifosi e tutti gli operatori del settore ed una Viola da retrocessione da Gennaio a questa parte? Possibile che prima erano tutti campioni ed ora tutti brocchi? Prima o poi i nodi vengono al pettine, quest’anno dopo l’anticipata uscita in CI e quella in EL, non centreremo neanche il 4° posto che sembra diventato il nostro scudetto da un paio di anni. Per me l’unica cosa certa che nella Viola, mancano dirigenti con le palle che conoscono il mondo del calcio come le proprie tasche a differenza della numerosa dirigenza attuale e manca PROGRAMMAZIONE quella vera, non quella a parole.

  5. BABACAR CON LA MAGLIA VIOLA NON VOGLIO PIU’ VEDERLO.LE SUE POSSIBILITA’ LE HA FALLITE TUTTE PER CUI SE QUALCUNO LO VUOLE ,IMPACCHETTARE E VENDERE SUBITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*