Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: Da Tomovic a Matri, una squadra preoccupante. Ma mettere prima Wolski no?

wolskiAtalanta2Neto: 5,5 Ok, Cana ha sorpreso tutti, compreso se stesso, facendo la mezza rovesciata della vita. Ma Neto non è stato certo reattivo, prendendo gol sul suo palo.

Tomovic: 5 Intimorito come uno scolaretto impreparato davanti alla propria maestra.

Gonzalo: 5,5 Non è perfetto nel colpo di testa nell’azione del gol di Cana, ma c’è anche da dire che mette quattro o cinque pezze (non una), in situazioni pericolosissime. Casomai sorprendono i tanti errori in fase di impostazione di gioco.

Savic: 5,5 Magari anticipa anche il proprio avversario, ma non fai a tempo ad applaudirlo che ha già perso la palla. E’ questo il motivetto di tutta la sua partita.

Pasqual: 5 Non è né carne né pesce. Resta sospeso in una posizione in cui non attacca né difende. E Candreva si ritrova davanti un’autostrada in cui può fare tutto ciò che vuole.

Ambrosini: 5,5 Uno di quelli che ci mette il cuore e talvolta anche qualcosa di più. Ma è una serata di scarso feeling con il pallone. Da apprezzare il fatto che abbia dato la mano all’arbitro dopo essere stato ammonito per simulazione. Evidentemente il rigore che sembrava netto a tutto lo stadio, non c’era proprio. Anderson: 6 Dinamico e con tanta voglia di fare e per fare un tiro in porta c’è voluto il suo ingresso.

Aquilani: 6 Nessuno poteva pretendere che potesse fare il Pizarro, perché non è Pizarro. In questo contesto va valutata la sua prova. Impegna Marchetti con un colpo di testa che sembrava quello giusto.

Mati Fernandez: 6 Per un’ora più che bene, perché le gambe girano e il cervello va di pari passo. La perdita di lucidità causa il calo nell’ultima parte della gara.

Cuadrado: 5,5 Si innesca poco, pochissimo. Partire più indietro e dover difendere una porzione di campo maggiore non sono condizioni che lo agevolano.

Joaquin: 5,5 Errori grossolani al tiro per lo spagnolo. Ne sottolineiamo uno nella ripresa dopo un’azione impostata da Cuadrado. Gomez: 5,5 Ancora una volta non tocca palla e a questo punto non sappiamo se sia ancora lontanissimo da una condizione accettabile o ci sia una squadra che non riesce a servirlo.

Matri: 5 Non solo deludente, ma inesistente. A Catania ci aveva illuso, ma forse è stato un fuoco di paglia. Wolski: 6,5 Pochissimi minuti, ma tante cose molto interessanti. Metterlo prima no?

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

55 commenti

  1. la difesa si deve svegliare, l’attacco deve essere servito meglio ma deve anche avere uno scatto d’orgoglio! matri e gomez siete 2 campioni tirate fuori la grinta, vi vedo rassegnati e non va bene! A centrocampo bisogna che si faccia filtro! Dare fiducia ai giovani che portano dinamismo e freschezza, a maggior ragione ora che si corre poco, e fare cambi più rapidi!

  2. Wolski e Anderson mi sono piaciuti molto. Impressionato dalla velocità di Anderson; ha recuperato tre metri di vantaggio in dieci metri ad un difensore della Lazio. Domenica, con i gobbi, devono giocare tutti e due, a meno che non tolgano la squalifica a Borja.
    La mia paura è che domenica finisca in goleada per i gobbi. Sarebbe una mazzata pazzesca.

  3. lucabilly1963, da Atene

    Wolski e` un talento naturale e dovrebbe essere in campo fisso. Fermo restando il fatto che le assenze sono massacranti e lo spirito sotto i tacchi a causa della guerra che gli arbitri ci fanno (societa` cosa c…o pensi di fare????) ieri ho visto una Fiorentina ributtante. Se non agiamo, rischiamo davvero grosso. Sempre forza Viola

  4. Wolski deve giocare ha fantasia e talento,e`arrivato il suo momento.

  5. LUCA (Tifate la maglia viola)

    Rebic: ci si ricorda di lui perchè ha rotto un sopracciglio a Natali, la società ha comprato Matri proprio perchè non crede in Rebic. Pasqual: qualche cross l’ha fatto, c’ha creduto fino in fondo e su Candreva raddoppiava con Savic. Questa è soprattutto una sconfitta della squadra, inclusa la mancata gestione di ricambi tipo Wolski che hanno qualcosa da dare, molle e sorniona come il suo allenatore. Ieri ha segnato anche Vecino…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*