Le nostre PAGELLE: Giocatori da incubo e altri eroici, la prestazione più strana dell’anno. Ma Tello è un qualcosa di inspiegabile

tello-peres-2

Tatarusanu: 4,5 Non era certo irresistibile il cross basso di Perisic sul secondo gol. Il rumeno lo ha trasformato in un assist perfetto per Candreva, tuffandosi con lentezza e smanacciando malamente il pallone. Rivedibile anche l’intervento nel finale sul tiro che ha generato il 4-2 conclusivo.
Salcedo: 5 Nei primi venti minuti, drammatici, della squadra dalla sua parte si passa che è un piacere.
Gonzalo: 4 Soffre maledettamente Icardi che lo umilia nell’azione del 3-0. Poi lo salta anche nel finale del primo tempo e l’argentino lo stende. Arriva un’espulsione ingiusta sì, ma figlia delle difficoltà dell’argentino. Si sarebbe guadagnato anche un rigore (non concesso dall’arbitro) ma francamente è una serata totalmente da dimenticare per lui.
Astori: 6 L’intervento alla disperata su Icardi si tramuta in una scivolata a vuota. Però il suo secondo tempo è quasi eroico, anche perché a tratti è costretto a raddoppiare il proprio sforzo per rintuzzare gli attacchi avversari.
Milic: 4,5 Tatarusanu lo mette fuori tempo, Candreva lo beffa. Ma San Siro lo mette in suggestione. Tomovic: 6 Avendolo visto contro il Paok viene da meravigliarsi per quanto sia riuscito ad alzare la propria prestazione personale nel giro di quattro giorni. E con lui in campo la retroguardia gigliata, al netto di alcune occasioni che la squadra deve ‘fisiologicamente’ concedere, è più quadrata.
Tello: 3 Ah ma c’era pure lui? Mi è toccato rivedere le formazioni ufficiali cinque volte per capire che lo spagnolo fosse effettivamente in campo. Una prestazione inspiegabile e imbarazzante allo stesso tempo. Perez: 6 Per essersi legato bene le scarpe e avendo tentato un dribbling ha fatto già molto di più dello spagnolo.
Borja Valero: 6,5 Fa una grande giocata, ma non ha la freddezza di battere Handanovic quando si presenta solo davanti a lui. Corre tantissimo in lungo e in largo per sopperire all’inferiorità numerica gigliata.
Badelj: 6,5 Lancio per Kalinic perfetto e lo stesso identico lavoro di Borja Valero (pregevole) in linea mediana.
Ilicic: 7 Con il suo tiro dalla distanza può mettere in apprensione qualsiasi portiere. Costringe Handanovic ad un mezzo miracolo su punizione, poi lo impegna anche di destro, prima di batterlo, forse, con il tiro. Il secondo tempo dello sloveno è davvero uno spettacolo.
Bernardeschi: 5 Parte benino…e poi si ferma. Venti minuti discreti prima di uscire dalla partita. Chiesa: 6 Si prende le sue belle responsabilità e con la sua velocità fa vedere di poter creare grattacapi all’Inter.
Kalinic: 6,5 Movimenti perfetti per entrare nel mezzo della retroguardia nerazzurra e gol davvero pregevole. A differenza di alcuni suoi compagni, fa più fatica nel secondo tempo, ma è comprensibile perché spesso si ritrova uno contro due o uno contro tre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

36 commenti

  1. TELLO TELLO TE……………………………MA VIA VAIA BIDONE

  2. io azzardo un’idea:perchè non provare insieme salcedo e tomovic?Contro il paok e qualificazione certa forse era la mossa giusta e vi chiedo un parere ma ripeto è solo il mio pensiero o anche altri lo pensano?

  3. Ha ragione da vendere Massimo. Imparare da Atalanta e Udinese o mercanti, affabulatori e ipocriti!!!

  4. In pochi minuti abbiamo preso tre goals,questo e’ il dato che ci deve interessare.Finché’ non avremo difesa efficiente i risultati saranno questi.Il secondo tempo migliore e un arbitro scellerato ,non ci debbono trarre in inganno,se avevamo di fronte una vera squadra,finiva con punteggio tennistico a carico nostro

  5. Basta con Tello ,meglio Chiesa o Perez.Quando si decideranno a sistemare la difesa a dx?? Con un buon terzino dx e con uno qualsiasi al posto di tello forse avremmo anche vinto nonostante Damato abbia cercato di danneggiare la Viola in tutte le maniere

  6. Stefano, al solito, quasi come sempre hai visto un’altra partita; che, se la Viola avesse potuto giocare alla pari, con un arbitro imparziale, avremmo tranquillamente vinto, nonostante il 3 a 0 iniziale. Scusami ma sono troppo amareggiato per dire altro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*