Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: Gonzalo quasi da scapoli e ammogliati. Ed ecco a voi la ‘Pizarrata’

FiorentinaCompletoneroNeto: 5,5 Non certo irreprensibile sul tiro di Rizzo. Ok è ravvicinato, ma la palla, calciata quasi a mo’ di calcetto gli passa sotto le gambe.
Richards: 5,5 Una delle mosse inaspettate di Montella, l’inglese si esibisce in una prestazione senza bassi né alti. Tra tutti gli sciagurati protagonisti della seconda rete doriana è quello che ha le colpe più lievi. Pasqual: 5,5 Entra per mettere palloni per Gomez e Babacar, ma non è che combina molto.
Gonzalo: 3 Sembra arrivato a Genova per una scampagnata e corre come un giocatore pronto a scendere in campo per una partita tra scapoli e ammogliati. Rizzo si beve lui ed Aquilani sul secondo gol, Eder lo svernicia sulla terza rete. Sbaglia un rigore, perde una palla sulla trequarti e per poco non manda in porta Soriano. Ne combina veramente di tutti i colori.
Savic: 5,5 Il gol di testa c’è, ma partecipa alla brutta giornata della difesa, mettendoci anche del suo, specialmente sulla terza rete.
Alonso: 6 Fra tutti è quello meno colpevole nel reparto arretrato. Parte bene ed è molto intraprendente nel primo tempo, sfiorando il gol di testa.
Aquilani: 5 Ancor più del fallo (fallo?) da rigore, fa arrabbiare come si fa saltare da Rizzo (sì parliamo sempre del secondo gol di Rizzo), abboccando ad una finta elementare come un ragazzino della scuola calcio.
Badelj: 5 Lento, impreciso, senza idee, fuori dal gioco e spaesato. Altro? Diciamo che basta così. Pizarro: 5 Non facciamo a tempo a rilevare che il suo ingresso in campo giova alla squadra che compie, complice il campo, la ‘Pizarrata’ un errore che lancia Eder in contropiede. Prova a riprenderlo, ma non fa altro che partecipare al pasticciaccio.
Borja Valero: 6 Molto bene fino alla trequarti, ma gli manca l’ultimo spunto che pure sembra essere nelle sue corde, ma che, per un motivo e per un altro non arriva.
Cuadrado: 5 Un’altra giornata da dimenticare perché non ne azzecca molte. Viene fermato con regolarità e Montella decide anche di toglierlo a metà ripresa. Gomez: 5,5 Un buon movimento, a cui ha fatto seguito un tiro molto lento. Così si è presentato il tedesco. Inciampa poco dopo sul pallone, forse perché il campo è quel che è.
Ilicic: 5 Anche quando riesce a fare qualcosa di buono, ecco che subito dopo deve fare un errore, sennò non è contento. Azzecca il dribbling? Il tiro in porta finisce in calcio d’angolo. Fa una buona finta? Il passaggio dopo è fuori misura totalmente. E’ praticamente matematico.
Babacar: 6 Un primo tempo davvero buono, con un gol sfiorato, un rigore guadagnato (generoso per carità, ma il movimento e la protezione del pallone restano). Un secondo tempo più incolore, ma quando entra Gomez c’è da dirlo che si danna anche per rientrare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

68 commenti

  1. una giornata storta? giocatori non validi? squadra non squadra? allenatore non idoneo al progetto? oppure il problema è un altro?
    Come si può spiegare il non gioco, la lentezza dei passaggi di tutti i giocatori viola e il non dribling di Cuadrato?
    La società (ADV e DDV) risponda.

  2. per tornare a vincere bastano due mosse: 1- mandare in pensione pizarro, 2- mandare in tribuna ilicic

  3. Montella è una degna persona, vorrei averlo come amico.
    Come allenatore però,il discorso cambia.
    Una squadra come la nostra,che non può permettersi grandi nomi perché costano troppo, i cui dirigenti non sembrano in grado di acquistare giovani talenti come fanno altri (vedi Udinese, Palermo, ecc.), necessiterebbe di un allenatore che trasmetta grinta e, se necessario, metta in castigo.
    Non mi pare che Montella sia questo tipo di allenatore, ma forse ai patron interessa più lo stile che vincere.

  4. Ricardo Rodriguez non Cristan*

  5. Ci vuole un’altra rivoluzione! Via Pradè dentro SOGLIANO, via Montella, dentro SPALLETTI. Via Tomovic, Alonso, Pizarro, Aquilani, Gomez, Ilicic, Joaquin, Badelj, Cuadrado (un Cuadrado svogliato non serve a nulla), Hegazy, Lazzari, Vargas, Iakovenko, Mati Fernandez, El Hamdouoi, Marin e Brillante. Con tutte queste cessioni dovremmo avere un 60-70M per prendere:
    Cristian Rodriguez
    Santon
    Laporte
    Caldirola
    Donati
    Fernando
    Muniain
    Destro (in rotta con la Roma)
    Konoplyanka
    Muriel

  6. Pizarro è questo e, finchè non verrà comprato il sostituto all’altezza che Montella chiede invano da anni (mentre invece arriva gente come bakic e badelj), va preso così com’è nel bene e nel male. Personalmente lo ritengo ancora un grande giocatore e sono molte di più le volte in cui è decisivo in senso positivo che nel senso opposto. Quanto a montella sta facendo un buon lavoro con una squadra che non viene più rafforzata dal 2012, anno dell’ultima campagna acquisti decente.

  7. O si mandano via tutti i giocatori oppure lo staff tecnico. Una condizione fisica ridicola d’altra parte se non ci si allena. Ci credo che non vogliono la presenza del pubblico agli allenamenti vedrebbero il nulla. Ho visto la preparazione a Moena, nemmeno in terza categoria.

  8. Gonzalo da inizio stagione inriconoscibile mentre criticare pizzaro e’ sbagliato senza di lui non si gira e sul terzo gol la colpa e’ in minima parte sua.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*