Le nostre PAGELLE: Kalinic mette in crisi Gomez. Ilicic e Cristoforo non ci sono. Ma perché è stato tolto Chiesa?

Kalinic e Badelj esultano assieme. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Tatarusanu: 7 Sia Kucka, che Deulofeu gliela mettono a fil di palo dove non può arrivare. Tocca invece la conclusione forte e ravvicinata di Pasalic deviandola verso il palo. Nel secondo tempo è inoperoso fino a che non compie un mezzo miracolo su un tiro da due passi di Abate.
Sanchez: 5,5 Il suo mismatch con Deulofeu è di quelli che presentava dubbi già in partenza. Dubbi avvalorati da quanto visto in campo nel primo tempo. Poi lo spagnolo si toglie dal campo praticamente da solo e la vita gli migliora, ma è proprio lui a sbagliare l’occasione più nitida per il 2-2, con un piattone ravvicinato spedito incredibilmente alto.
Gonzalo: 6 Premesso che il gol di Deulofeu non nasce certo per un suo errore, ritarda leggermente l’intervento sul giocatore di proprietà del Barcellona, che a quel punto può piazzare la palla all’angolo. Una prestazione comunque positiva.
Astori: 6 Kucka gli prende la posizione sulla rete dell’1-0 e questo inficia indubbiamente la sua prova. Pecche anche della difesa a zona sui calci piazzati. Il resto della gara è su alti livelli.
Salcedo: 6 E’ la mossa a sorpresa di Sousa. Messo in un inedito ruolo di terzino sinistro riesce a contenere lo spauracchio Suso che era essenzialmente il suo compito. Tutto questo inevitabilmente a discapito della fase offensiva.
Chiesa: 6,5 La sua posizione ibrida tra il centro e la fascia mette in difficoltà la retroguardia del Milan. E non è un caso che sia lui a confezionare l’assist per la rete di Kalinic. Sembra sempre in grado di rifilare la stoccata vincente, ma Sousa decide di toglierlo. Tello: 5,5 Fa fatica ad entrare in gara. Un doppio passo fatto bene non giustifica di certo la scelta fatta dall’allenatore portoghese di farlo entrare al posto di un pimpante Chiesa.
Borja Valero: 5,5 Generosissimo, tocca tanti palloni e a tratti fa girare bene anche la squadra, specie nella prima mezz’ora. Ma la palla che perde sulla trequarti e che porta il Milan a segnare il gol-partita con Deulofeu è un’ingenuità che non è da lui.
Vecino: 6 Attivo dall’inizio alla fine, tira molto in porta, anche se gli manca la vera stoccata dalla distanza.
Cristoforo: 5 Si ritorna a quanto già detto nella trasferta di Mönchengladbach. Messo lì viene snaturato, perché è chiaro che non è un uomo di fascia. E allora si preoccupa solo di presidiare la zona, magari di raddoppiare Suso, ma alla fine non tocca palla. Badelj: 5,5 Non dà molto alla causa, né in termini di sostanza, né col palleggio.
Ilicic: 5 Anche la sua posizione che si incrocia con Chiesa, tra destra e centro, è potenzialmente una di quelle che possono esaltare le sue doti e gli lasciano anche lo spazio per calciare in porta. Però non c’è reazione da parte dello sloveno, non c’è inventiva e non c’è tiro in porta. Tolto davvero troppo tardi. Saponara: SV.
Kalinic: 7 Gomez ci capisce poco e non riesce a leggere i suoi movimenti, che sono tantissimi e molto pericolosi. Uno di questi produce un gol, un altro un intervento da cartellino più rosso che giallo proprio di Gomez. Senza Chiesa però gli arrivano molti meno palloni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. E’ stao tolto Chiesa perchè mancava Bernardeschi infatte se ci fate caso Berna è ssostituito ogni partita da Sousa e questo da solo bastetrebbe per mandarlo via, ieri mancava Berna e allora eè toccato a Chiesa. Roba da perderci la pazienza, questo mister è malato di protagonismo e non si possono spiegare diversamente le sorprese che domenicalmente ci propina.

  2. non abbiamo fatto tutto il possibile né per pareggiare e né per vincere!! la testa era altrove per l’ennesima volta!!

  3. E’ evidente che il mercato estivo è stato un veo e proprio FALLIMENTO!
    Dei giocatore presi non c’è nè uno che valga tenere.

    Ovvio che senza soldi non si comprano pezzi buoni e ma il caro Corvino il prossimo anno deve darsi una bella regolata!
    C’è da fare piazza pulita con tanti giocatori non in grado di giocare in una squadra di serie A con un minimo di ambizione.

  4. Io dico che la Fiorentina è da ricostruire a partire dalla difesa. Punto cruciale LA DIFESA, perno di tutte le classifiche di tutti i campionati dell’universo. Ripartire dalla difesa a giugno. Acquisti costosi almeno in difesa altrimenti la proprietà si dimetta e si dia al taglio e cucito. Hanno rotto le ***** questi due. Non se ne può più. BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  5. Il voto di Borja lo vedo leggermente generoso, per me, senza essere cattivo, un 5 secco, nulla di più.
    Ilicic non era da 4,5 ?
    Tata ha fatto un paio di belle parate, però continua a fare sempre gli stessi errori con le rimesse di piede. Ma in allenamento cosa fanno, si raccontano le barzellette?

    Nel complesso giudizi corretti, sebbene sempre un po’ moderati, ma va bene lo stesso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*