Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: La rivincita delle seconde linee, Ilicic e Wolski esaltanti

WolskiAtalantaNeto: 7 Coi piedi è approssimativo, in certe uscite può sembrare pure Bruce Lee, sta di fatto che la parata su Bonaventura è stata straordinaria e anche decisiva alla luce del risultato finale.

Diakitè: 6 Si conferma roccioso e difficile da superare, ma un po’ impacciato col pallone tra i piedi.

Savic: 6 Prendere il posto di Gonzalo non è facile per nessuno, Savic non lo fa rimpiangere tantissimo, almeno finché si parla di copertura.

Compper: 6 Poco appariscente, ma Montella sa pienamente che può contare su di lui quando lo chiama in causa.

Cuadrado: 6 Sta cercando di recuperare la piena fiducia nei suoi mezzi e prova sempre l’uno contro uno, talvolta riuscendoci e talvolta facendo infuriare il pubblico. Indubbio il miglioramento rispetto alle ultime, scialbe prove.

Anderson: 6 Mezzo tiro, mezzo cross, quasi, quasi fa il suo primo gol in Italia. Piano, piano prova ad inserirsi in questa squadra. Mati Fernandez: 6 Si libera spesso bene, ma non riesce o non vuole concludere. Grande tecnica, ma anche troppa leziosità.

Pizarro: 6 Ancora lento ed è pure uno che scherza molto col fuoco questo da una parte. Dall’altra è anche vero che resta il fulcro del gioco e un punto di riferimento.

Borja Valero: 6,5 Vederlo giocare ti riappacifica sempre con il calcio, perché la sua tecnica è davvero incredibile. E’ ritornata però la scarsa mira al tiro, peccato!

Vargas: 6 Bellino, tranquillo, come uno scolaretto. Molto ordine ma poca spinta rispetto all’usuale. Utile ma non certo decisivo.

Ilicic: 7 Punizione magistrale, doppietta sfiorata almeno in un paio di occasioni ed è sempre pericoloso in quella posizione tra le linee che fa soffrire l’Atalanta. Wolski: 7 Una cavalcata trionfale, conclusa con un dribbling davvero pregevole e un gol che non può che far scaldare tutti.

Matri: 6 L’uomo del possesso palla ragionato, delle sponde. Per le conclusioni verso la porta dobbiamo ancora aspettare. Matos: SV.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  1. Tutto giusto, ma bisogna essere più rapidi nella costruzione e nelle ripartenze, arrivare al tiro con 2 o 3 passaggi, non voler arrivare in porta col pallone! E in fase di non possesso non dobbiamo concedere occasioni facili!

  2. Mati fernandez e’ stato decisivo.riesce ad entrare subito in partita,propizia il secondo giallo per cigarini e riesce a servire una grande palla con tanta grinta per il gol di wolski.a volte le vostre pagelle sembrano date guardando solo il nome e non la partita!!!
    A me del nome non interessa niente. Un saluto S.D.C.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*