Le nostre PAGELLE: La serataccia di Gonzalo, Bernardeschi sbaglia tutte le scelte. Kalinic gioca per tutti e nessuno per lui

Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com
Foto: Subbiani/Fiorentinanews.com

Tatarusanu: 6 Troppo piantato sulla linea di porta sul primo gol e respinta centrale sulla seconda rete, anche se il tiro gli arriva da distanza ravvicinata. E’ costretto agli straordinari nel finale per evitare la goleada del Tottenham con due belle parate su Mason ed Eriksen.
Tomovic: 5,5 Sul primo gol ha delle responsabilità anche lui di piazzamento. Mason entra dove Gonzalo e il serbo hanno creato un corridoio davvero troppo grande.
Gonzalo: 4,5 Finora era stato per rendimento uno dei migliori in assoluto, ma la serata di Londra lo ha visto purtroppo protagonista in tutt’e tre le reti del Tottenham. Nelle prime due è irruento e sbaglia il tempo dell’uscita. Nella terza la mette dentro la propria porta. C’è da dire, per onor del vero, che senza il suo intervento sul terzo gol, probabilmente la Fiorentina avrebbe subito lo stesso la rete, perché è entrato alla disperata per anticipare un avversario a due passi da Tatarusanu.
Astori: 6 A lungo dietro è quello che sbaglia meno e chiude meglio. Da rivedere un intervento di Alli ai suoi danni nell’azione del 2-0 dove era riuscito comunque a fare un grande intervento.
Bernardeschi: 5 Ogni scelta un errore. Punta molto sulle giocate individuali finendo per sbagliare e per buttare al vento anche ottime opportunità. Fa arrabbiare Sousa quando non riesce a servire Kalinic in contropiede con un passaggio che per lui era agevole.
Badelj: 5,5 Il pressing del Tottenham a centrocampo lo mette in difficoltà, perde diversi palloni e non riesce a costruire come vorrebbe. Mati Fernandez: SV.
Vecino: 5,5 Una serata da ragazzo timido che si spegne definitivamente dopo il 2-0 del Tottenham.
Alonso: 5,5 Per spingere sulla fascia, spinge. Però potrebbe fare molto di più visto lo spazio che ha e che gli viene concesso dagli inglesi. Alla distanza finisce per calare molto e a sommare errori.
Ilicic: 5 Dà l’impressione di non essere ancora al meglio. Qualcosa di buono cerca di inventarlo e la prima conclusione velenosa dell’incontro è sua (palla fuori non di molto). Ma poi non incide più. Zarate: 5,5 Una serpentina buona fino alla conclusione in porta e un’altra azione personale in cui non becca la porta e fa incavolare Kalinic.
Borja Valero: 6 Qualche pallone perso più del solito nella prova dello spagnolo. Ma anche giocate di qualità e situazioni interessanti creati dallo spagnolo. Tolto dal campo più che altro in vista del Napoli, non per demeriti personali. Blaszczykowski: SV.
Kalinic: 6 Gioca per gli altri e nessuno gioca per lui. Tiene tutti i rilanci che gli arrivano, fa pressing anche sull’ultima zolla del campo e in cambio cosa riceve? Nulla, circondato com’è da solisti testardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Berna e Borja non meritano più del 4

  2. tata non bene sul primo gol, berna e zarate troppo individualisti!! badelj forse a bergamo non doveva giocare tutti i 90 minuti. ilicic deve ritrovare la condizione. testa al napoli con l’obiettivo di vincere!!

  3. Kalinic un gigante migliore in assoluto

  4. ho visto una squadra poco brillante, vedi ilicic badelj e vecino , lo stessa borja valero deve corere troppo.in queste partite ci vorrebbe una difesa più attenta e meno sbilanciata.temo che lunedi avremo un’altra delusione: ma babacar e kone dove sono?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*