Le nostre PAGELLE: Le due perle di Zarate. Cristoforo, la prima è quasi perfetta. Tello invece…

Zarate in primo piano. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Zarate in primo piano. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Tatarusanu: 6 Non è stata una serata tranquillissima come suggerisce il punteggio e come suggerisce anche il nome dell’avversario. E un paio di parate ha dovuto sfoderarle anche stasera. Ndlovu gli rovina la festa a tempo scaduto.
Tomovic: 6 Lo spunto migliore è sicuramente un dribbling secco e palla in profondità per Babacar steso al limite. E’ la punizione dalla quale nasce l’1-0 viola.
De Maio: 6 Inizio non facilissimo, con qualche sbavatura e con un Qarabag che parte senza timori reverenziali. Dopo si aggiusta e quando la Fiorentina si ritrova in superiorità numerica non deve più fare cose straordinarie per bloccare gli avversari.
Salcedo: 6 Una buona chiusura, un altro passaggio interessante. Poco lavoro per il messicano.
Tello: 5,5 Di bello c’è il passaggio filtrante per Cristoforo nell’azione che si chiude col gol di Kalinic. Di meno bello…il resto. E’ ancora timido e molto incerto, anche quando ha un’autostrada davanti a lui.
Cristoforo: 7 Senza stare a fare troppi ragionamenti e non dimenticandoci di chi c’era davanti, l’ex Siviglia alla prima si propone al meglio. Molto bello l’assist con la suola per il gol di Kalinic. Altri due o tre passaggi filtranti di livello e grande sicurezza con la palla al piede. Ora lo attendiamo al varco in impegni più rilevanti per poter dire di avere centrato un acquisto.
Sanchez: 6 Ordinato e quasi sempre gioca la palla di prima. Vecino: 6 Ha una grossa opportunità pochi minuti dopo il suo ingresso in campo e probabilmente segna pure (la palla sembra aver passato la linea sul suo tocco ravvicinato dopo aver colpito la traversa).
Olivera: 6,5 Ha quello che manca a Milic, ovvero il cross (anche il tiro non è male). Con la fase difensiva del croato e quella offensiva dell’uruguaiano avremmo un esterno sinistro di valore mondiale. Così due discreti giocatori.
Kalinic: 7 Un gol, un assist, un’espulsione procurata. Tre occasioni nelle quali si rivela importante per questa vittoria. Zarate: 7,5 Il primo pallone che tocca lo scaraventa in rete: un destro meraviglioso e imparabile. Poi disegna una parabola perfetta anche su punizione. Un impatto davvero incredibile sulla partita.
Bernardeschi: 6 Gli manca l’affondo. Eppure la serata e l’avversario gli permetterebbero di portare il colpo. Chiesa: 6 Cerca il gol fin da subito il suo ingresso in campo e ha anche una buona occasione per farlo, ma la deviazione di un difensore gli nega la gioia personale.
Babacar: 7 Un paio di errori di quelli che non ti aspetti prima di raddrizzare mira e serata. Alla fine il senegalese porta a casa una bella doppietta e regala la sua maglia ad un tifoso in tribuna (gesto da sottolineare).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. La squadra c’è, purtroppo ci manca un allenatore che li sappia far giocare bene, ma soprattutto sappia scegliere chi far giocare. Zarate zero presenze in campionato, Babacar in forma straripante sempre in panca. Borja gioca sempre anche se non si regge in piedi. L’unica squadra al mondo che gioca con un solo attaccante.

  2. Io invece vorrei non vedere più in campo Ilicic e Valero. 2 noie da paura, sono lenti e bravi a rallentare i contropiedi

  3. BERNARDESCHI…almeno lo abbiamo visto per la prima volta giocare nella sua posizione, solo che lo avrei messo dall altra parte al posto di un Tello ahimè non all altezza a livello di convinzione e iniziativa

  4. La cosa che non condivido pienamente è l’ipotetico tiro “irresistibile” di Zarate, che è si bello, ma entra anche grazie al non perfetto intervento del portiere.

    Per il resto mi piacerebbe vedere a giocare la viola qualche partita senza Bernardeschi e Borja …. sarei curioso di vedere il risultato ….

  5. Bernardeschi, visto il “valore” degli avversari, non pessimi, ma neppure da prendere troppo sul serio, lo vedo bene con Borja a sedere in quei 60/70 centimetri sotto il livello del campo …

  6. Io preferisco Milic titolare a sinistra e Valero panchinaro magari con Bernardeschi.
    Quando ci renderemo conto che il vero gioiello è Chiesa, capiremo che Bernardeschi si potrà vendere a due mele e un grappolo d’uva.

  7. Incredibile come Tello sia riuscito a non fare niente anche stasera.La mancata crescita di questo ragazzo è la peggior nota di stasera.Per il resto buone impressioni dai nuovi e finalmente KALINIC in gol che per come ha esultato conferma che il digiuno cominciava a pesargli

  8. Quella che con un termine ormai entrato nell’uso comune viene indicata come privacy è il diritto alla riservatezza delle informazioni personali e della propria vita privata, cioè uno strumento posto a salvaguardia e a tutela della sfera privata del singolo individuo, da intendere come la facoltà di impedire che le informazioni riguardanti tale sfera personale siano divulgate in assenza dell’autorizzazione dell’interessato, od anche il diritto alla non intromissione nella sfera privata da parte di terzi. Tale diritto assicura all’individuo il controllo su tutte le informazioni e i dati riguardanti la sua vita privata, fornendogli nel contempo gli strumenti per la tutela di queste informazioni.

  9. Buona partita di Baba, kalinic, zarate, chiesa, Cristoforo, salcedo, de maio ( si, a me è piaciuto), sanchez.
    6 a tata e olivera.
    Berna e tomovic 5,5 e Tello 5.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*