Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: Sousa deve fare un monumento a Babacar. Le grosse difficoltà di Ilicic e Kalinic

Tatarusanu: 5,5 La punizione di Jajalo è calciata abbastanza bene, ma il rumeno parte in ritardo e, soprattutto, la barriera non è che sia stata messa molto bene.
Salcedo: 6 Modi spicci e pochi fronzoli.
Tomovic: 6 Il brivido che ha fatto correre allo stadio all’inizio della partita è di quelli incredibili. Tutto nasce da un suo errore…a cui però sembra rimediare in extremis. Diciamo sembra perché le dinamiche sono di quelle controverse. E’ vero comunque che riesce a prendere la palla prima di crollare su Quaison. Non avendo fischiato rigore il pessimo Giacomelli, dobbiamo premiarlo.
Astori: 6 Vedere Astori che fa (non per scelta sua immaginiamo) l’esterno sinistro fa capire in che tipo di confusione si sia infilata la Fiorentina ad un certo punto della partita.
Tello: 5,5 Come spesso succede a Firenze, quando un giocatore viene preso di mira, la contestazione è a prescindere da quello che succede in campo. Intendiamoci, a Milano Tello è stato pietoso e irritante. Ma contro il Palermo non è andato peggio di altri, e qualche iniziativa interessante l’ha presa, specialmente nel primo tempo. Badelj: 6 Ha il merito di riportare equilibrio ad una squadra che lo aveva perso.
Borja Valero: 5,5 Annebbiato in alcune decisioni e in alcune giocate forse per il fatto che è costretto a fare i veri chilometri con lo schieramento scelto per questa partita (molto offensivo).
Vecino: 6 La differenza tra il suo primo e il suo secondo tempo è colossale. Nella prima frazione domina in lungo e in largo. Parte da dietro e travolge tutto quello che trova davanti, sfiorando la rete in due circostanze (destro violento fuori di un soffio e colpo di testa parato in tuffo da Posavec). Nel secondo tempo però…scende in campo il fratello.
Bernardeschi: 6 Rigore battuto come meglio non poteva e mezz’ora alla grande. Il tutto prima di spegnersi inesorabilmente nei meandri di una posizione che è tornata ad essere molto più arretrata rispetto alle ultime uscite. Zarate: 6 Ritrova la fiducia di Sousa dopo una vita e crossa bene la palla incornata di testa da Babacar.
Ilicic: 5 Tenta il numero ad ogni costo e in tutte le circostanze, ma non è nella serata giusta per provarli. E anche quando parte bene poi si perde. Chiesa: SV.
Kalinic: 5 Una palla buona in area vanificata per la decisione di tirare (male) di destro, invece che sparare col sinistro com’era naturale. Gol annullato forse ingiustamente dopo un suo colpo di testa ravvicinato. E poi spedisce in curva da buona posizione. La sua partita è riassumibile così, perché nel secondo tempo non c’è.
Babacar: 7 Un gol buono annullato e un altro risolutivo all’ultimo secondo di gara. Provvidenziale e spietato allo stesso tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

21 commenti

  1. Concordo con i voti. Serve maggiore convinzione personalità grinta e concentrazione. Troppa confusione tattica. Crederci di più.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*