Le nostre PAGELLE: Tatarusanu e una papera inspiegabile. Babacar shock, l’attaccante vero lo fa Astori

Tatarusanu Roma

Tatarusanu: 4 Va bene che il campo non è perfetto, che il pallone è scivoloso, ma una papera del genere come quella che ha consentito a Falcinelli di segnare non può avere giustificazioni.
Salcedo: 6 Senza problemi dietro, qualche problemi sui lanci che non sono il suo pane quotidiano.
Gonzalo: 5,5 E’ indubbiamente vero che il 99% del gol preso dalla Fiorentina è colpa di Tatarusanu, ma l’1% possiamo darlo all’argentino che non è pronto e irreprensibile nel difendere il proprio portiere (Falcinelli segna mettendo il piede tra le gambe dell’ex Villareal).
Astori: 7 Uno dei pochi ad aver tirato la carretta dall’inizio alla fine. E poi trova anche il primo gol con la maglia viola che almeno ha evitato una sconfitta umiliante. Sfiora anche un altro gol di testa ed è l’attaccante più pericoloso della Fiorentina.
Maxi Olivera: 4,5 Come se non ci fosse, perfettamente inutile. Kalinic: 5,5 Si limita a fare a sportellate senza trovare spazi per affondare.
Badelj: 4,5 Un’involuzione evidente. Evidente quanto il fatto che non riesce a dare nulla (o quasi) alla manovra della squadra.
Vecino: 6 Ci prova a spingere, ci prova ad interdire, ci prova a tirare, quello che in una serata storta come questa ti viene da definire come il meno peggio (dietro ad Astori e a pari merito con Ilicic).
Tello: 5 La gente gli chiede ad alta voce di puntare sempre quando ha la palla, perché ha la capacità e la velocità per dribblare sempre il proprio avversario diretto. Purtroppo però pecca di intraprendenza.
Ilicic: 6 Il re delle soluzioni estemporanee che, essendo tali, non sono mai dello stesso timbro. Errori, ma anche qualche giocata e un sinistro che finisce fuori di un centimetro nella ripresa (dopo altri due tentativi in porta).
Bernardeschi: 5 La prestazione di Cagliari? Già dimenticata. Tutte le disquisizioni sul suo ruolo? Totalmente inutili. Si riparte da dove l’avevamo lasciato prima della trasferta in Sardegna. Opaco. Chiesa: 6 Entra bene nella gara e mette dentro un cross che sarebbe solo da spingere (se non avessimo attaccanti che dormono).
Babacar: 4,5 Shockati in negativo da quanto sia stato fermo, fuori dal gioco. Mandare una palla di testa in curva non è un’impresa da tutti…lui ci riesce. Zarate: SV.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Per me la papera grossa l’ha fatta Gonzalo, non Tata. Ci sta che un portiere non possa trattenere un pallone insidioso in quella piscina, ma quello che fa Gonzalo è da dilettante, proteggere il pallone a gambe aperte con l’attaccante alle spalle, che poi non era Ronaldo……

  2. Bravo Marco, hai centrato il problema. Non ho mai apprezzato Babacar x chè ha quei difetti che tu ai detto. Non mi è mai piaciuto, forse troppo decantato dai giornalisti per uno due goal che ha fatto in questo periodo. Consideriamo anche come li ha fatti. Con la brutta figura che ha fatto ieri sera dovrebbe non giocare più e messo in vendita (sic) a gennaio, sperando che qualcuno se lo prenda. Ho sempre sostenuto che questo signore a calcio proprio non ci sa giocare, quindi sarà anche difficile che quache società ci faccia il pensierino.

  3. Io sul gol preso dico che è senz’altro una grossa papera del portiere, però a Gonzalo darei + dell’ 1% di colpa, in quei casi il difensore deve proteggere il portiere, specie con un campo in quelle condizioni che il pallone può benissimo svirgolare dalle mani.

  4. Squadra irritante. Io quando ascolto le discussioni sui moduli …mi vengono a mente ” i moduli ènno da ripienare “. A parte gli scherzi…. ma veramente si continua a credere che sia un problema di moduli ? E BASTAAAA. Questa è una squadra che entra in campo dopo essersi fatta una overdose di camomilla e miele, dove non si corre se non con il pallone …ma anche lì più che correre si passeggia un pò più veloce , come quando pioviscola e non hai l’ombrello per arrivare dalla macchina all’uscio di casa. Un gioco palloso, snervante e non produttivo . sulla non produttività non ci vuole nè particolare intelligenza, nè una conoscenza del calcio nei meandri. E’ EVIDENTE. Poi ci sono i casi singoli. Io credo che sia l’ora di permettere a Babacar di trovare la sua dimensione da un’altra parte. Non fa un movimento giusto… quando deve buttarsi velocemente davanti a porta è in ritardo o anticipato, quando deve ritardare è troppo in avanti…. per rientrare dia fuorigioco gli ci vuole la lambretta, ha quello sguardo e quella camminata indolente che ti fa venir rabbia a guardarlo. Oltre a questo… non ha tiro. Se si toglie quel famoso goal all’inter ( casuale ) è dimostrato che questo ragazzo STROZZA sempre il pallone se deve tirare più lontano dell’area piccola. Insomma…se sitrova una buonanima che ci qualche soldino… diamolo via.

  5. La Cosa meno accettabile è stato il ritmo imposto..da scapoli e ammogliati. Possibile che non si riesca mai a cambiare sto ritmo compassato? Oggi il campo favoriva il Crotone..l’errore di tata visto che c’era più acqua che erba ci può anche stare..sui limiti tecnici siamo tutti d’accordo (grazie societa) ma giocare a due all’ora non è accettabile!

  6. inutile, non mi piace Babacar e penso che con Chiesa subito poteva essere diverso.
    Su Tatarusanu si parla di campo non perfetto e pallone umido…….ma da dove la vedete voi la partita? intorno a Tata a quel momento c’era 10 cm d’acqua.
    ah dimenticavo….Valero 5

  7. Le pagelle ? Un bel 2 generoso di scoraggiamento a tutti i giocatori della viola.

  8. A questo giro non c’era Borja saranno contenti i vari Oronzo canà della situazione che n’azzeccano una quando more i papa.

    Qui il problema di fondo è la qualità dei giocatori che è proprio bassa, gente inaffidabile sul campo dalle motivazioni molto discutibili. Insomma siamo a Firenze e non certo a monculi sott’empoli. Qui si vole giocatori boni e con il coltello fra i denti quando scendono in campo.

    Queste mummie non sono state in grado di recuperare una partita in casa col ridicolo Crotone con un solo gol di svantaggio, gol oltre tutto regalato da Tata.

    La colpa naturalmente è dei pantofolai e dei tifosi che vanno alla stadio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*