Le nostre PAGELLE: Tatarusanu protagonista e fattore. Il guizzo di Baba, mentre Rossi ancora…

Tatarusanu Barcellona

Tatarusanu Barcellona

Tatarusanu: 7 Due parate almeno che sono determinanti, una su un rasoterra di Borriello, l’altra invece su colpo di testa ravvicinato di Matos (di puro istinto). Stavolta va detto che è stato un protagonista e un fattore.
Tomovic: 5,5 Matos e Borriello (quando gira dalle sue parti) gli creano non pochi grattacapi.
Gonzalo: 6 Il voto è una sommatoria di un recupero provvidenziale su Borriello e di un errore che poteva invece costare un gol ai viola con Borriello che gli va via e poi si fa parare la conclusione da Tata.
Roncaglia: 6,5 Qualche entrata irruente non può mancare nella sua partita, ma alla fine è quello più continuo dietro e poi ha al suo attivo anche una provvidenziale scivolata su Borriello nel finale.
Gilberto: 5,5 Corre, corre e corre, i compagni non lo servono spesso e di giocate non è che ne azzecchi molte.
Borja Valero: 7 Nell’anonimo centrocampo viola è indubbiamente l’unico che riesca a fare qualcosa di più e a dare un pizzico di qualità in più alla manovra.
Suarez: 5,5 Fa giusto il suo, contenimento e passaggino. Quando è in difficoltà ricorre alle armi del mestiere (falli tattici). Ancora troppo poco per uno del suo valore.
Pasqual: 5,5 Ha il merito di mettere in mezzo la palla nell’azione del gol viola, ma c’è tanta sofferenza dalle sue parti dove Letizia lo batte grazie alla sua freschezza. Alonso: 6 Meglio del compagno, con maggiore spinta, costringe Letizia ad arretrare il proprio raggio d’azione.
Bernardeschi: 6 Gira molto al largo rispetto alla porta avversaria ed è questa una chiara indicazione di Sousa che gli chiede sacrifici in fase difensiva. Così facendo manca un po’ di lucidità in fase offensiva dove regala qualche giocata, ma isolata. Verdù: SV.
Rossi: 5,5 Fa ancora fatica a mettersi in mostra. Venendo sulla trequarti a ricevere il pallone è sempre spalle alla porta. Poi è anche sempre ben marcato. Risultato? Non è pericoloso e non riesce ad entrare nel gioco. Kalinic: 6 Lotta, tiene palla e viene steso dai difensori del Carpi. Tre o quattro falli che solo l’arbitro, pessimo, non vede.
Babacar: 6,5 Un solo guizzo nel suo match, ed è un guizzo da centravanti di razza che regala tre punti alla squadra. Basta questo per andare oltre ad una prova che sarebbe stata anonima di per sé, anche se è oggettivo il fatto che la Fiorentina faccia fatica a servire bene i propri attaccanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

27 commenti

  1. purtroppo adesso con rossi si gioca in 10, speriamo ritorni il giocatore che tutti conosciamo

  2. Pagelle assolutamente condivisibili. Tutti possono fare meglio.

  3. bonolverdicchio

    NATAVIOLA, TI DICO TUTTO IO CHE SO INFORMATO: VERDU’ E’ IL VENTU’. COMUNQUE A PARTE TATA RISANA E IL RISULTATO, SIAMO OFFENSIVI, NEL SENSO CHE SIAMO UN’OFFESA AL CALCIO. SPERO CHE TROBEREMO LA FORMA, NO DI CACIO, SPERO CHE PRESTO SI GIUOCHI DAVVERO AL CALCIO, SPERO CHE IL MONDO VIVRà IN PACE. I HAVE A DRINK (MARTINI LUTER KING).

  4. Oh Sandrino è che non è che si gioca in dieci per colpa di Rossi è che non si gioca punto……………………

  5. In una partita che hai vinto e il migliore risulta il portiere è tutto dire………………….

  6. Redazione, la partita non l’ho vista, ma vorrei proprio una vostra impressione sullo sconosciuto Verdu’. Grazie.
    Tra poco esce un articolo in merito. Un saluto Redazione

  7. Questa squadra non può permettersi di giocare con un uomo in meno e purtroppo Rossi lo è, sta lì fermo come un pesce fuor d acqua, non scatta, non accelera, corricchia che sembra stia facendo defaticante.
    Dispiace vederlo così, fa tristezza.
    Pepito ti vogliamo bene ma la forma e la convinzione devi trovarle giocando in primavera, giocare uno in meno e’ un lusso che questa squadra non può permettersi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*