Le nostre PAGELLE: Un titano di nome Salcedo. Ilicic, la lampadina non si accende e anche Bernardeschi…

Salcedo

Tatarusanu: 6 Una serata senza parate tra i pali, ma con uscite sicure.
Tomovic: 6 Se la batte con Niang specialmente nel primo tempo quando l’attaccante di colore è il giocatore più servito del Milan in fase offensiva. Concede poco all’avversario e questo basta. All’ultimo istante trancia Luiz Gustavo lanciato a rete, ma fuori area. Nessun fallo per Orsato.
Gonzalo: 6 La sua partita inizia con una ‘stecca’ di livello dell’argentino rifilata al povero Bacca lanciato verso la porta (un fallo che più tattico non si può). Ma è l’unica volta che lo prendano in castagna, almeno fino a quando non è costretto ad uscire per un risentimento muscolare. Vecino: 5,5 Probabilmente deve ancora recuperare condizione dopo l’infortunio. Manca di lucidità.
Salcedo: 7 Al 51′ si immola su Bonaventura, salvando di fatto la propria porta ed è l’intervento più importante della sua gara. Una gara tra l’altro dove ha veramente fatto un figurone chiudendo tutto e tutti.
Milic: 6,5 Garantisce una spinta continua mettendo in difficoltà Calabria. Attento anche dietro con diagonali difensive da manuale.
Badelj: 5,5 Il suo secondo tempo non è all’altezza. Diverse palle pericolose perse a centrocampo, una delle quali stava per costare carissima alla formazione di Sousa. Gigioneggiare troppo, a volte, mette nei guai. Tello: 5,5 Appena entrato viene servito spesso dai compagni. Ci aspettiamo che provi ad affondare il colpo con De Sciglio, ma non lo fa.
Sanchez: 6 Finché gioca a centrocampo la sua gara fila via liscia e anzi è un vero dominatore. In retroguardia un paio di brividi li fa correre.
Bernardeschi: 5,5 Di palloni ne tocca molti stavolta solo che raramente fa la cosa giusta.
Ilicic: 5 La gara inizia con un suo sinistro che lambisce il palo. Poi c’è il rigore sbagliato, ahinoi, assolutamente decisivo per quanto riguarda il risultato finale. Ci prova a rifarsi, ma è una serata in cui la lampadina non si accende. Babacar: SV.
Borja Valero: 6 Tanto ingenuo Calabria, quanto vispo lui a prendere posizione e a farsi fare fallo da rigore. Impegna Donnarumma con un sinistro nella ripresa. Tra i tre dietro il centravanti riesce ad essere più brillante rispetto alle ultime apparizioni.
Kalinic: 6 Solita presenza fisica nella metà campo del Milan dove spesso la prende lui, controllando anche palloni tutt’altro che facili. Ma anche solita, scarsa, presenza in area

© RIPRODUZIONE RISERVATA

32 commenti

  1. Quel grande intenditore e super intelligente di CISKO GUARDA UN ERRORE DI BORyA, NE MEMORIZZA il MINUTO E POI ci DICE DI ANDARCI A RIGUARDARE Quello che ha fatto per farci credere che e’ un brocco …Patetico…..potrebbe farlo chiunque anche con Messi

  2. Credo che lentamente ma sempre piu’ chiaramente si capisca chi deve giocare e chi stare in panca. Sanchez doveva stare li e al posto di Gonzalo far entrare un difensore,Tello deve essere utilizzato meglio o così e’ dannoso,Ilicic lo rimandarei al suo paese,Tomovic e’ questo e non si puo’ pretendere di piu’ da un giocatore di serie B,Bernardeschi infine scherza col fuoco…Non vorrei finisse al Nizza con l altro intellettuale …

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*