Le nostre PAGELLE: Una calamità di nome Roncaglia, ma anche Kuba e Mati non scherzano. Finalmente un segnale da Rossi

Roncaglia Chievo

Tatarusanu: 5,5 Continuano alcune indecisioni sulle uscite e stavamo per assistere al replay del gol subito da Cuadrado contro la Juventus (unica cosa buona fatta da Astori è il salvataggio sulla linea nella circostanza). Sui gol, forse sul tiro di Milinkovic Savic poteva fare di più.
Roncaglia: 3,5 Il suo primo tempo è paragonabile ad una delle peggiori calamità naturali mai viste. Su un suo primo errore costringe Gonzalo ad un fallo che gli costerà per squalifica la partita contro il Milan. Poi Keita gli va via una prima volta e lui manco lo insegue. Infine decide di servire un assist allo stesso Keita che si invola, segna e ringrazia. Mezzo punto in più glielo diamo per il gol, anche se deve dire grazie a Berisha nella circostanza.
Gonzalo: 5,5 Con due compagni indecisi come Astori e soprattutto Roncaglia, finisce per vivere una serata difficile anche lui. Comunque sia dei tre è quello che fa meno errori.
Astori: 5 Indeciso e fuori posizione. Salva sulla linea su un colpo di testa di Milinkovic Savic che stava entrando beffardamente in porta, ma è una delle poche cose buone, se non l’unica, della sua partita.
Blasczykowski: 4,5 Probabilmente la sua prestazione è condizionata dall’ancora precaria condizione fisica. Sta di fatto che non azzecca proprio nulla e perde palloni su palloni per errori tecnici banali. Pasqual: 6 Sforna una serie di cross importanti.
Badelj: 6 Sicuramente uno dei meno peggio fin quando resta il campo, anche se non gestisce al meglio una transizione, nata da un suo intervento, che poteva essere pericolosa. Ma la brutta notizia è sicuramente il suo infortunio anche se c’è da capire di che rilevanza è. Ilicic: 5,5 Stavolta non riesce ad inventare e ad essere determinante.
Vecino: 6 Tra i più intraprendenti. Si crea spazi nella retroguardia con le sue penetrazioni e prova, uno dei pochi della squadra, il tiro dalla distanza. Su questo fondamentale c’è un po’ da lavorare, ma questo è un altro discorso. Compartecipa con Borja al pasticcio sul raddoppio laziale.
Alonso: 6 Troppo ignorato nelle scelte dei compagni fin quando resta a sinistra, anche perché i pochi palloni che tocca sulla sua fascia ‘naturale’ sono interessanti. Poi arriva l’esperimento di vederlo a destra dove si accentra e spara in porta.
Mati Fernandez: 4,5 Il rinnovo non è che gli abbia fatto molto bene, perché dopo una buona iniziativa iniziale e una punizione di poco fuori non ha più combinato nulla. L’inconsistenza fatta giocatore, almeno in questa circostanza. Rossi: 6,5 Due tiri pericolosi in quindici minuti, finalmente entra in campo con la convinzione di poter fare qualcosa di importante. Che sia un segnale?
Borja Valero: 5 Nel primo tempo è proprio fuori partita con l’unico obiettivo di polemizzare con l’arbitro. Il secondo tempo sicuramente meglio, poi però si intreccia al limite dell’area in occasione del raddoppio della Lazio.
Kalinic: 5,5 Lotta, viene picchiato a ripetizione, è troppo spesso solo, ma alla fine, tiri zero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

53 commenti

  1. Oooooh alleluja finalmente un sito viola che condanna roncagllia con un 3(piu uno 0,5 per il gol). Io sono dell’idea che più della metà delle responsabilità per la sconfitta siano da addossare a lui. Un disastro, un mentecatto del calcio giocato.

  2. sono stufo di vedere la squadra attaccare in 10 ma senza velocità e ytroppi passaggi indietro- kalinic troppo solo meglio rossi o babacar dall’ inizio.

  3. Pagelle giuste. Non si possono prendere 3 gol in contropiede quando sai che loro giocano così!! tutti in avanti non va bene. Tata deve migliorare sulle uscite. Roncaglia non può fare questi errori e lo stesso astori. Davanti si deve giocare con 2 punte!! Ci stiamo accontentando e non va bene. Serve concentrazione e voglia di vincere. E si può anche cambiare modulo!! L’arbitro è stato scandaloso!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*