Le nostre PAGELLE: Zarate ed un gol che vale il prezzo del biglietto. Kuba e Mati non ci sono e Dio conservi Gonzalo

TATARUSANU: 6 Bravo su Mancosu, e non era facile, poi graziato da Lollo e Mbakogu. Da brividi con i piedi, quando scambia con Tomovic ma in qualche modo porta a casa la pagnotta.
GONZALO: 7 Un muro insuperabile, sempre puntuale e presente per sbrogliare le situazioni più insidiose. E poi la solita classe per impostare l’azione. Che Dio ce lo conservi.
ASTORI: 6 Fa da scudiero a capitan Gonzalo e partecipa con il suo solito contributo, fatto di precisione e tempismo. Qualche brivido solo nella prima parte, quando il vento gli sporca qualche traiettoria ma nei suoi pressi fila più o meno sempre tutto liscio.
TOMOVIC: 5 Nel primo tempo salva un gol, immolandosi ed anticipando Mancosu. Decisivo però l’errore in disimpegno che favorisce il pareggio di Lasagna ed in generale qualche errore di troppo sui tocchi ravvicinati. Rimedia in qualche modo con la voglia.
TELLO: 6,5 Parte a sinistra e spinge subito sull’acceleratore, a creare scompiglio. Poi Sousa lo sposta di fascia ma lo spagnolo non perde l’orientamento e cerca spesso il dribbling, in generale può essere l’arma più simile a Joaquin nella rosa di Sousa. 60’ Bernardeschi: 5,5 Si vede poco e nulla, sfiora il palo col sinistro ma di spunti pochi pochi.
KUBA: 5 Prima a destra, poi a sinistra ma non guarda mai avanti e pensa quasi più a tenere la posizione che a cercare il fondo. Non è il vero Kuba però e la difesa del Carpi ne beneficia.
VECINO: 5,5 Un errore su un retropassaggio che rischia di mandare in porta Mancosu e Mbakogu e poi tanta sostanza, cui segue però troppo spesso l’errore di misura. Fisicità ok ma servirebbe un po’ più di apporto in fase di impostazione.
BORJA VALERO: 6,5 Gol in apertura, poi corre, corre e corre ancora. Il cuore sempre oltre l’ostacolo da vero leader. Rischia di far compiere la papera della serata a Belec, sfiorando la doppietta. Tiene le redini del centrocampo quasi da solo.
MATI FERNANDEZ: 5 Gioca a velocità troppo ridotta per poter incidere in una partita di Serie A. Va vicino alla rete su punizione ma è sfortunato. E’ il classico “vorrei ma non posso…”.
ILICIC: 6 Nella sua partita c’è solo l’assist, spettacolare va detto, per Borja Valero. Poi sparisce dal campo e non trova mai spazi e tempi per la giocata, affievolendosi insieme al resto della squadra. 76’ Zarate: 7,5 Un gol che riporta tutti indietro ai tempi della Lazio, vale da solo il prezzo del biglietto.
KALINIC: 5 Isolato, spaesato, sfiancato da un lavoro di sostegno alla squadra che non riesce più a garantire come ad inizio stagione. L’unico pallone che gli arriva lo spedisce malamente alto, quasi ad emblema della sua condizione. 85’ Babacar s.v.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

45 commenti

  1. Tata bene tranne che con i piedi. Astori pensi al campo e non all’extra campo. C’era fallo su tomovic ma deve stare più attento a commettere certe leggerezze. Kuba e mati devono avere più grinta e coraggio.

  2. io farei riposare un pò kalinic, insistendo su babacar sperando si dia un po da fare.

  3. Ma cosa dite forse mati ieri migliore in campo…ma che partita avete visto ieri grande mati sembrava quello dell’anno scorso

  4. Non sono d’accordo sul voto a Mati, per me ha fatto una buona partita, perlomeno da 6

  5. A calcio ci sono quelli che si fanno vedere e quelle che fanno in lavoro sporco w tengono in piedi l’equilibrio tattico della squadra…con tello dall altro lato e normale che deve stare più basso e non attaccate

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*