Le parole erano invocate, il silenzio era meglio

image

La Fiorentina degli ultimi tempi è stata spesso criticata per la sua attività comunicativa, per i suoi tempi ed i suoi modi nel riferire al pubblico gli aggiornamenti sulle varie vicende (dai report sugli infortuni ai rinnovi ed ora questa nuova puntata). Critiche che comunque vanno spesso a contestare la quantità di comunicazioni che dalla società viola arrivano all’ambiente circostante. Ieri sera invece una scossa improvvisa, sia dal lato proprietà che da quello Montella, dopo che il silenzio dei giorni precedenti avevano lasciato presagire ad clima sereno tra le parti. Scenario totalmente ribaltato ed a questo punto qualsiasi certezza è stata cancellata. Forse era davvero meglio il silenzio, inteso come silenzio pubblico naturalmente, con una risoluzione privata che però creasse meno scompiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Ma come!!! dopo le continue e ripetute richieste di trasparenza da parte dei media e della tifoseria in generale di fede viola, una volta che la società decide di usare i media per comunicare il proprio punto di vista su una questione alimentata a dismisura e priva di veri contenuti dai “giornalisti” con uno stile perfettamente fiorentino (tutti contro tutto), ora che si chiede il silenzio!!!

  2. I DV credevano di avere un secondo Prandelli, ma Montella è furbo caro DV !

  3. Società allo sbaraglio gestita a livello dilettantistico.

  4. francesco 1956-1969

    Se ho capito qualcosa sul carattere de DV, oggi ci sarà l’esonero di Montella.

  5. Non so come andrà a finire questa vicenda…penso che Montella sia un ottimo allenatore,ma è difficile dire cosa sia meglio in questo momento per la Fiorentina…una cosa però è certa:chiunque allenerà la nostra amata Viola avrà bisogno di giocatori forti, ed è lì che aspetto al varco la società.

  6. Certo che se la società decidesse di parlare dopo il cda voi impazzite fino all’11…trovo che questo silenzio sia una violazione del vostro diritto di cronaca che vi trovate costretti ad inventare notizie interessanti per aggiornare l’homepage.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*