Questo sito contribuisce alla audience di

Le ripicche di Sousa, le (non) scelte della società e una guerra interna senza né capo né coda

Andrea Della Valle e Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Per fortuna siamo arrivati, quasi, alla fine. Dopo il Pescara si potrà tirare una linea su una stagione da dimenticare per la Fiorentina. Più che un campionato di calcio sembra stia per finire un anno di asilo. Da una parte Paulo Sousa, che con le sue ripicche e i suoi dispetti alla società ha portato avanti un campionato da sospensione del tesserino da allenatore, mentre dall’altra parte c’era (ma c’era davvero?) una società impassibile, o meglio immobile, che per tutto il campionato si è fatta prendere in giro dal proprio tecnico (lautamente pagato). Un’annata di transizione, l’avevano chiamata a settembre, e non c’era modo peggiore per iniziare un campionato. Si è trasformata di una debacle clamorosa su tutti i fronti che nel corso dei mesi ha portato persino la desertificazione del ‘Franchi’, da sempre roccaforte della Fiorentina. Per fortuna tutto sta per finire, ma i danni che sono stati fatti in questo assurdo campionato non saranno riparabili con due promesse in pompa magna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. Maurizio Firenze

    il problema che gente come s 69 e dario antonino andrea jin continuano a parlare …senza vergog

  2. Cara redazione si può sapere cosa aveva di così sconvolgente la formazione della Fiorentina contro il Genoa? Se hai 23 giocatori che la società ti ha messo a disposizione hai il diritto e il dovere di utilizzare ognuno di loro quando lo ritieni opportuno per il bene della squadra viceversa vuol dire che Sousa ha scientemente remato contro la società e la sua stessa squadra. Questo sarebbe grave anche a pensarlo. Quali sarebbero poi i cambi che tanto avrebbero sconvolto stampa e critica locali e una parte della tifoseria? Sousa ha quasi sempre fatto cambi migliorando la squadra. E poi le dichiarazioni, cosa avrà mai detto se non sempre cose sensate e corrette. Gli hanno azzannato la squadra sin da quando è arrivato: Joaquin ammutinato in albergo, Salah non si è presentato, Milinkovic che si è rifiutato di firmare, Savic fatto scendere dall’aereo, Lisandro e Mammana sono stati solo un brutto sogno. Sebbene tutto questo ha continuato con serietà a cercare di ottenere il massimo dalla squadra. Se poi vorreste che fosse anche motivato al punto da motivare e riuscire ad ottenere dalla squadra l’impossibile come nel girone di andata dello scorso anno, questo non è stato possibile per il semplice fatto che anche lui ha bisogno di essere motivato da altri, e chi sono gli altri? Cognigni, Corvino, Della Valle, tutta gente che è lontano mille miglia dalla squadra e dalla tifoseria. Avevamo uno squadrone a cui mancavano solo un paio di buoni acquisti per tentare qualcosa di buono, avevamo il controllo delle fasce con i vari Alonso, Pasqual, Cuadrado, Joaquin e adesso siamo lo zimbello di tutte le squadre proprio sulle fasce. Il mercato di giugno è stata un’offesa alla squadra, all’allenatore e ai tifosi e a gennaio poi si sono presi giocatori assolutamente inservibili (oltre che convalescenti); servono difensori e si prende un portiere e un altro trequartista! Sono mesi che si denigra l’allenatore facendo un danno notevolissimo alla squadra e poi tutti a scandalizzarsi per le sconfitte con Empoli e Palermo. Prandelli (grande allenatore con tutta la mia stima) quante ne perse in casa, ricordo una pesante col Lecce; e Montella (anch’egli grande allenatore) quante ne perse contro squadrette, ricordo il Verona e il Cagliari. E quanti altri allenatori hanno avuto l’opportunità di battere in casa Juve, Roma, Inter, Lazio e di pareggiare con molte recriminazioni con Napoli e Milan. Sousa è un grande allenatore che ha lanciato Bernardeschi (arrivato in nazionale giocando esterno di tutta fascia), Chiesa (quando ancora non lo conosceva forse neanche il papà) e Vecino oltre a portare Kalinic. Cosa hanno fatto Corvino, Cognigni e Della Valle? Hanno ceduto Alonso, hanno depresso Gonzalo (o gli rinnovi il contratto a giugno scorso o lo cedi ed invece gli proposero una drastica riduzione di ingaggio), hanno tenuto un giocatore scoglionato il cui procuratore da tempo dice che non lo vuole a Firenze, hanno messo sul banco Ilicic (ragazzo sensibilissimo che lo scorso anno fece faville) senza poi venderlo e non so cosa successe con Valero che non ha disputato un campionato all’altezza, hanno speso tanti soldi per portare a Firenze una buona riserva di centrocampo (Sanchez) che ha poi risolto tanti problemi in difesa e tanti giocatori assolutamente non da Fiorentina (alcuni forse potrebbero diventarlo col tempo ma alla squadra servivano giocatori pronti subito). Come si fa a portare tutt insieme Salcedo, Diks, Olivera, Milic, Cristoforo? Io sto dalla parte di Sousa perché avrei voluto una squadra all’altezza di quella di Montella e quindi mi schiero contro quelli che ritengo i responsabili della stagione non all’altezza: Cognigni e Corvino e naturalmente contro chi li ha scelti.

  3. Ho paura che i danni non si ripareranno piú ,di anno in anno peggioriamo nella qualitá, nell’ incompetenza dei dirigenti, nella tirchieria dei Dv.questa sovietá é marcia.MARCIA solo senza loro possiamo Rinascere

  4. Alessandro, Toscana

    Lo ammetti sei tifoso dei DV allora sei ovviamente incompetentè ed incapace di intendere e di volere! Tu sei un gobbo malefico!

  5. Alessandro, Toscana

    Francesco. … e gli asini volano…. guarda in su !!! Povero scemo!

  6. E come potranno essere ripagate? Giusto per capire. La verità è che finalmente questa maledetta stagione è finita e che da lunedì prossimo ne inizia un’altra che spero ci vedrà tutti uniti al fianco della Fiorentina

  7. Quindi Sousa starebbe facendo delle ripicche? Quindi Sousa preferisce mettere in campo una squadra più debole togliendosi possibilità di vincere? Se veramente pensate a questo credo che avete un problema. Siccome non lo pensate, scrivete tutto ciò con il solo motivo di destabilizzare l’ambiente e, nel tempo, ci siete riusciti a distruggere la squadra. Complimenti!!!
    Dicci un po’ Antonino, se secondo te Sousa ha agito sempre nel modo più sensato, dalle formazioni (con il culmine di quella col Genoa) ai cambi, per non parlare dell’atteggiamento o delle dichiarazioni varie. Perché se si scherza è un conto ma c’è un limite anche alla miopia. Lungi da noi scrivere cose non vere con l’obiettivo di fomentare chicchessia. Redazione

  8. Sottoscrivo tutto !!
    E poi dopo ADV si offende se i tifosi si incaz….

  9. Susa hai fatto bene io avrei fatto peggio di te perché questi ciabattini non si meritano niente

  10. Andare in europa leugue e passare il gironcino per poi uscire non ha senso.giocare il giovedi ti comporta dei problemi se non hai una rosa all’altezza.fare piazza pulita farsi pagare I giocatori in uscita come fanno le altre squadre.chi vuole andare deve togliersi dai coglioni.come minimo 10 12 giocatori devono farsi da parte e chi resta e chi viene devono sputare sangue.non ci sono altre alternattive.nessuno e’ intoccabile a patto che I soldi vengono reinvestiti altrimenti sono dolori per tutti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*