Lens: “Che cos’ha la Fiorentina per pensare che sia imbattibile? Sono sicuro che possiamo batterla”

image

C’è già nell’aria un clima da Europa League. E a rompere gli indugi ci pensa l’ala della Dinamo Kiev, Jeremain Lens, che ha dichiarato al sito ufficiale del suo club: “Che cos’ha la Fiorentina per pensare che sia imbattibile? Sono sicuro che se manteniamo lo stesso livello di gioco che abbiamo già dimostrato più volte in Europa League, possiamo battere il club italiano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Io sono moderatamente positivo, per un solo motivo, il calcolo delle probabilità.
    Due pesanti sconfitte (meritate), tanto in termini di risultato che di gioco, non possono ripresentarsi con questa consecutività.

    Possiamo sperare!!!!

  2. prima bisogna legare yarmolenko

  3. Nessuno e’imbattibile ma se giochiamo come sappiamo possiamo farcela….

  4. Oh ……… ma chi l”ha mai ritenuta imbattibile

  5. E invece vi dico che si vince noi 1-0 li a Kiev.

  6. LUCA (Tifate la maglia viola)

    Passiamo noi, la Dinamo Kiev è largamente all nostra portata, di giocatori forti hanno solo Yarmolenko, Veloso e Dragovic. Siamo tutti depressi dai due consecutivi 0-3, ma la Dinamo non è nemmeno lontana parente di Rube e Napoli.

  7. Anche io penso esattamente la stessa cosa, credo che nell’arco delle due partite non abbiamo chance.

  8. La Fiorentina ha solo tanta tanta paura. Le gambe tremano a tutti i giocatori quindi per me la Dinamo va sul velluto e vince facile. Noi ormai pensiamo al prossimo campionato ( che sarà come al solito pieno di illusioni)

  9. Purtroppo caro fradiavolo, la fiorentina non sta giocando da fiorentina, le ultime 2 partite sono state patetiche..speriamo di riprendersi proprio contro la dinamo.

  10. Questi parlano troppo e chi parla troppo è sintomo di paura comunque caro Lens se la Fiorentina gioca da Fiorentina ma da vera Fiorentina bè allora non c’è trippa per gatti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*