L’esordio e un salvataggio sulla linea, il lunedì indimenticabile di Bagadur

image

Ricardo Bagadur, mentre si scaldava durante Fiorentina-Parma ai più sembrava di vedere Mario Gomez, fisico imponente, scarpette chiare e polsino, tutto ciò che identifica l’attaccante tedesco, anche lui in panchina. Poi però al momento dell’ingresso in campo si è visto spiccare il numero 35 sulla schiena del giocatore pronto ad entrare al posto di Gonzalo, e tutti ci siamo resi conto che stava per fare il suo esordio in Serie A Ricardo Bagadur arrivato in Fiorentina l’estate scorsa e per gran parte della stagione aggregato, almeno per le partite, alla Primavera. Ieri la grande occasione, il giorno indimenticabile per un ragazzone di diciannove anni. Pochissimi minuti di campo sfruttati al meglio visto che proprio grazie ad un suo intervento sulla riga di porta, Neto, ha potuto chiudere la gara con lo zero alla voce gol subiti. Montella ha lanciato il giovane Bagadur, ora toccherà a lui dimostrare di poter essere un prospetto interessante per il futuro, intanto si gode un gran martedì dopo un lunedì indimenticabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA