L’esperimento che ha soddisfatto Sousa

La partita, tatticamente insolita, contro il Torino ha se non altro prodotto sensazioni positive in Paulo Sousa, in relazione al feeling tra i suoi due centravanti: Babacar e Kalinic. Se il croato rappresenta ancora una pedina inamovibile, sembra molto vicina la conferma del senegalese al suo fianco: contro è stato il classe ’93 a sorprendere di più, con una mobilità insolita ed il premio degli interi 90 minuti in campo. E’ un esperimento questo, che il tecnico portoghese ha promosso per tutta la prima parte di stagione, senza però riuscire a metterlo in pratica. A Genova invece, Baba e Kalinic potrebbero ripartire insieme, per una Fiorentina d’assalto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*