L’espulsione più veloce della storia porta il Napoli a travolgere il Milan: Inzaghi bye bye. Guarda la nuova CLASSIFICA di Serie A

image

45 secondi di gioco e De Sciglio si ritrova già a fare la doccia. L’espulsione più veloce della storia porta il Milan a giocare praticamente tutta la partita in inferiorità numerica contro il Napoli. Il difensore rossonero nella circostanza atterra Hamsik in area quand’era davanti a Lopez ed è quindi anche rigore. Ma Higuain si fa ipnotizzare e il suo tiro dal dischetto viene respinto dallo stesso portiere rossonero. Addirittura il Milan potrebbe segnare nel corso del primo tempo, ma un colpo di testa di Bocchetti finisce sul palo. La ripresa è un monologo napoletano con sei minuti incredibili in cui gli azzurri vanno a segno prima con Hamsik al 70′, poi raddoppiano con Higuain al 74′ e infine chiudono i conti con Gabbiadini al 76′. Adesso la panchina di Inzaghi dovrebbe saltare visto che il tecnico ha fallito l’ennesima prova d’appello, anche se con il Milan attuale niente è scontato.

Guarda la nuova classifica di Serie A

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. ma alla juve 2 rigori nettissimi e neanche una ammonizione, perché gli arbitri non hanno tutti lo stesso metro? o è sempre in vigore il timor referenziale x certe squadre? il regolamento è uguale x tutti gli arbitri? oppure solo x certe squadre? cara redazione potresti darmi dei ragguagli su queste domande?

  2. Rigore nettissimo!! Ma l’espulsione mi è sembrata esagerata considerando che la partita era appena iniziata!! Non voglio ritenerlo un aiutino al Napoli, avrebbe vinto lo stesso, ma ha cambiato sicuramente il volto alla partita. E poi è stato come ” affossare una squadra inesistente”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*