L’Europa League desolante delle italiane ed un rammarico in più per la Fiorentina

Si sono svolti oggi, in assenza purtroppo della Fiorentina, i sorteggi per i quarti di finale di Europa League: una manifestazione che sta comunque regalando partite suggestive e un bello spettacolo. Non certo quello offerto dalle italiane, già tutte a casa anche in Champions League, ma dalle spagnole ed inglesi soprattutto. Siviglia, Borussia Dortmund e Liverpool le più blasonate ma anche Bilbao e Villarreal hanno la loro storia e le loro ambizioni, in uno scenario che avrebbe accresciuto il quid d’esperienza della Fiorentina, in caso di impresa con il Tottenham. Un peccato ed un rammarico dopo che nelle passate edizioni la squadra viola si era seduta al tavolo delle grandi, mostrando di poter dettare anche legge.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Certo, sarebbe stato bello!… Ma non è stato così. Nessuno può dimenticare che anche quest’anno il livello di sfortuna portato sul groppone è stato notevole. Certo, anche con l’aiuto di una bella dose di dabbenaggine da parte della società. Il Tottenham per due anni di seguito non è male, come sculo, no? Abbiamo visto squadre e partite assai peggiori in Champions league, quest’anno (Anderlecht, Rosenborg ecc. ecc.) Sì, il Tottenham era molto più forte dell’anno scorso. Hanno speso molto, ma hanno anche più soldi di noi… E non si può recriminare. Ai DV vorrei dire di avere più coraggio negli investimenti: certe volte chi più spende, meno spende. E dopo non resta che mangiarsi le mani dalla rabbia. Non ho niente da recriminare sulle due partite con gli inglesi (certo, all’andata c’era un arbitro che era meglio perderlo per la strada., ma loro si sono dimostrati più forti)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*