L’ex Juve Iaquinta rinviato a giudizio in un processo alla ‘ndrangheta. Coinvolto anche il padre

Dopo gli otto anni di squalifica inflitti a Platini, c’è un altro ex juventino che non se la passa benissimo. Si tratta di Vincenzo Iaquinta, per anni attaccante bianconero, che è stato rinviato a giudizio in un processo che riguarda la ‘ndragheta che si celebra a Reggio Emilia. Iaquinta risponde della violazione delle norme penali in materia di armi, aggravata dall’aver agito al fine di agevolare l’associazione mafiosa, mentre a suo padre Giuseppe è contestata la partecipazione all’associazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Dai che la maglietta per il carcere ce l’hai già

  2. Tipico giocatore gobbo , ladro e ……. ….peccato che in ogni tg quando danno la notizia , dicono giocatore della nazionale italiana!!!!!!!!!!!

  3. Mi sembra coerente con lo stile Juve! Basta guardare quante volte accerchiano l’arbitro con fare intimidatorio, 5-6 giocatori mica uno. Una vergogna assoluta!!! Lo facessero i giocatori della Fiorentina ne butterebbe fuori 2 per volta!!! Società rubentus una vergogna per gli sportivi di qualunque colore e fede!!!

  4. Pinarcampoverde

    Iaquinta, Platini ecc…bella gente, ma andate a ……..!

  5. Michele da Milano

    Ma allora è un vizio. Altro ottimo esempio dello stile Juve

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*