L’ex juventino Tudor fa partire la caccia a Kalinic: Il Galatasaray fa sul serio per l’attaccante

La caccia a Nikola Kalinic è iniziata. Dopo il no detto in inverno al Tienjin Quanjian, ora altri club europei stanno cercando di convincere il centravanti della Fiorentina a cambiare maglia. Le prime mosse in questo senso le sta facendo il Galatasaray in Turchia, come emerge direttamente dal paese a cavallo tra l’Europa e l’Asia. A guidare l’operazione c’è il direttore tecnico giallorosso, nonché ex giocatore della Juventus, Igor Tudor, che stravede per il suo connazionale.

Difficile però che Kalinic, nonostante i seri tentativi del Gala, accetti di trasferirsi in Turchia. Semmai dovesse andarsene, il suo intento è quello di andare a giocare in un campionato competitivo, come la Premier League o la Bundesliga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. X MARIO-48
    Forse ho capito male io, mi sembrava dal tuo scritto che prendessi solo in considerazione le pagliuzze nel giardino altrui senza vedere le travi che abbiamo nel nostro, scusami, le regole ci sarebbero ovviamente, ma nessuno le rispetta, tantomeno i DV che sono buoni a puntare solo il dito salvo poi essere pescati più volte con le mani nel sacco (ho sempre in mente il caso Prandelli e la famosa cena) Odio chi predica bene e razzola male !

  2. Caro Berni, non hai capito nulla, non facevo distinzioni e se abbiamo sbagliato anche noi, tanto peggio! Intendevo proporre una discussione su regole infrante da tutti, Kalinic era solo un esempio recente…..Quello che ho scritto è che se non ricordo male esiste una regola federale che lo vieta e soprattutto una regola di buone maniere che credo preveda almeno di chiedere il permesso al Club proprietario del cartellino! SFV

  3. Mi chiedo: ma i club turchi hanno piu’ soldi di quelli italiani? perche’ se cosi’ fosse,saremmo veramente ai titoli di coda.

  4. X MARIO-48
    Anche contattare gli allenatori sotto contratto come lo era Sousa a suo tempo o Di Francesco pochi giorni fa sarebbe vietato e non corretto eppure la nostra dirigenza non ha esitato ha farlo !
    Sembra che per qualcuno le regole devono essere rispettate solo dagli altri !

  5. Nessun rapporto con i Turchi, ormai sono dei buffoni, degni rappresentanti di paesi canaglia. Altro che Europa, embargo e chiusura di qualsiasi tipo di relazione economica e diplomatica.

  6. Scusate Redazione ma è possibile fare chiarezza una volta per tutte sul discorso del divieto di contattare un calciatore sotto contratto con un Club? Mi pare che nessuno lo rispetti e nessuno lo faccia rispettare, con Kalinic (per esempio), in gennaio i cinesini mi pare che abbiano contrattato insistentemente direttamente con lui, poi non so se previo contatto con la Viola……ma non è sicuramente l’unico caso!
    Al di là del discorso Kalinic, contattare giocatori sotto contratto lo fanno tutti i club del mondo. E’ una pratica che non sorprende e non scandalizza nessuno ed è ormai stata sdoganata. Redazione

  7. Kalonic non ha bisogno di rilanciarsi come Mario Gomez per cui non andrà mai in Turchia.

  8. I turchi non fanno paura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*