L’incredibile macchina da reti di Guidi

La Primavera di Guidi nella 26sima giornata si impone in casa col Brescia addirittura per 12-1. Poker di Gori, doppiette di Sottil e Trovato, reti di Diakhate, Perez, Pinto e Illanes. Ha chiuso il girone A, con 84 reti fatte (miglior attacco di tutti e tre i gironi) e 31 subite (terza miglior difesa del suo girone, 11esima di tutti e tre i gironi), al secondo posto a 55 punti con la Sampdoria, a -1 dalla Lazio. Arrivando a pari merito coi blucerchiati al secondo posto ha conquistato l’accesso diretto alle fasi nazionali vista la migliore differenza reti. Alle final eight direttamente anche Inter, Atalanta, Juventus e Chievo, mentre una si qualificherà dai playoff Virtus Entella-Genoa, Roma-Sassuolo e l’altra dai playoff tra Sampdoria-Empoli e Torino-Verona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. 12 reti al fanalino di coda non vogliono dire niente. Però bisogna riconoscere che tra le pianticelle c’è qualche talentino interessante. Il più pronto è sicuramente Castrovilli, un tipo di centrocampista moderno, completo, dal piede morbido, tecnica raffinata, grintoso, dotato di gran tiro e tanto fiato, spesso con invenzioni e trovate risolutive. Antognoni e tanti altri scommettono su di lui. Il prossimo anno in rosa! Dietro di lui Diakhitè è un eccellente centrocampista centrale impostabile come regista, tecnic molto buona, passo da fondista, grandi capacità realizzative sia di testa che di piede. E poi Gori e Sottil, ancora giovani ma con prospettive interessanti, e un gradino più sotto Mlakar, Perez e Caso. Un roster d’attacco promettentissimo per il futuro della viola. Senza andar a cercare troppo lontano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*