L’irrinunciabile

Borja Valero Primo Piano

Venticinque su venticinque in campionato, quattro su sette in Europa League, solo in Coppa Italia Borja Valero non è sceso in campo (e non lo farà ormai in questa stagione). Segnale di un calciatore che Paulo Sousa non usa mezzi termini per definire: determinante, irrinunciabile. Questo tipo di continuità lo spagnolo l’aveva fatta registrare solo al primo anno di Montella quando saltò una sola partita, per squalifica per altro. E proprio l’ombra del giudice sportivo potrebbe aleggiare sul numero venti viola, diffidato ormai da diverso tempo, al cospetto di due sfide chiave come quelle contro Napoli e Roma. Sousa però molto difficilmente ne farà a meno domani a Bergamo, pensando quindi all’esigenza dell’immediato: per Borja si profila dunque un’altra settimana di duro lavoro, sperando di rimandare il più possibile l’appuntamento con il cartellino giallo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Io invece credo che con il rientro i Badelj, e in vista della gara di giovedì, lo faccia riposare un turno. Molto probabilmente a BG schiererà due punte (Baba e Kalinic); Tata; Roncaglia, Gonzalo, Astori; Kuba, Badelj, Vecino, Pasqual; Tello, Baba e Kalinic.

  2. una squadra non deve dipendere da un singolo, tutti sono importanti e devono sentirsi responsabilizzati!!

  3. E pensare che ceran degli stolti che lo criticavano e lo volevano sbolognare. Dicendo che era finito. Se seguita cosi mi da l’idea cheblo rifiniscano la fiorentina. Speriamo duri. Grande persona e uomo. Forza BORJA e sfV.Soliti fiorentini.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*