Questo sito contribuisce alla audience di

L’Italia ai tempi di Pairetto

Dispiace ritrovarsi a parlare di un arbitro al termine di una partita, così come il giorno dopo: il fenomeno in questione è il signor Luca Pairetto, vero protagonista della sfida di ieri sera tra Fiorentina e Atalanta. Un mix di scarsezza, inadeguatezza e chissà cos’altro (visto che a suo supporto c’erano anche i replay del Var) per uno dei tanti “figli di” che il nostro paese si trova a fronteggiare; il padre, Pierluigi, oltre ad essere stato arbitro di Serie A per tanti anni, è celebre anche per il noto coinvolgimento nelle vicende di Calciopoli, quando con il collega Bergamo e la complicità di Moggi e compagnia si divertiva a indirizzare l’esito dei campionati. Un peccato davvero doversi arrendere di fronte all’ineluttabilità del potente di turno, in questo caso con un nome che ricorre sul cammino della Fiorentina, visto il coinvolgimento della società viola nella stessa Calciopoli. “Da quest’anno c’è il Var e le polemiche saranno di meno”, dicevano. Peccato invece doverci avere ancora a che fare, per colpa di protagonisti non richiesti quali il figlio d’arte Pairetto che così ha avuto la sua bella serata di gloria: ci auguriamo punto culminante di una carriera nata sulla cresta dell’onda del padre e progredita chissà come. A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca, diceva qualcuno…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Ragazzi mica la fiorentina puo avvicinarsi troppo al milan ehh da su fate i bravi… Chinate la testa e subite i torti in silenzio da bravi italiani

  2. certa gente fa venire cattivi pensieri come disse zoff dopo samp-Fiorentina del febbraio 2005!! i vertici calcistici e arbitrali sono sempre gli stessi! non bisogna mollare né in campo e neppure fuori!! non gliela daremo mai vinta a gente di così basso profilo!

  3. Disonesto il padre, Disonesto, arrogante ,
    Scarso il figlio.
    Purtroppo quando ai vertici del calcio ci si ritrova persone come Tavecchio,Nicchi e tutte quelle persone che in un paese normale verrebbero considerate come niente, cosa ci possiamo aspettare?

  4. ….l’ ho cercato su wikipedia…l’ altro figlio di pairetto lavora come “event manager” per la juventus…. mentre il “figlio di ieri” dimostra la famosa teoria, tale padre tale figlio….quando si dice un padre che sa far fare carriera ai figli….
    solo in italia….disgustoso…

  5. Ha ragione cuore viola, le immagini devono essere proiettate sul maxi schermo cisi la vergogna la vedevano 21 mila persone presenti ieri sera allo stadio.

  6. Vergognoso.

  7. Io ieri sera ho visto quattro tipi di uomini in campo:
    1. uomo d’oro, Sportiello,
    2. uomo della sicurezza, Chiesa,
    3. uomo santo, Pioli,
    4. uomo di merda, Pairetto.

  8. ARBIARBITRAGGIO VERGOIGNOSO E PRO ATALATA… gli fischiava TUTTE LE PUNIZIONI PER FARE SEGNARE la squadra avvwersaria. IL VAR non viene usato per la FIORENTINA… RIGORE INVENTATO PER LORO E DUE RIGORI NETTI A FAVORE NOSTRO. Quando della partita si parla solo delle DECISIONI DI UN RACCOMDATO… SICCOME IL BABBO E’ ARBITRO… COSI METTE IL FIGLIO. Campionato falsato… LA CASTA COMANDA E DI FATTO NON HA ACCETTATO IL VAR… viene usato solo quando fa comodo… ci DEVONO SPIEGARE COME VIENE UTILIZZATO E IN QUALI CASI… per danneggiare la FIORENTINA ? RIDICOLI VEDERE ANCORA UNO SPORT CONDIZIONATO DA UNA CASTA che TIRANNEGGIA. Sono contento che mio NIPOTE fa un’altro SPORT… FUORI CHE IL CALCIO… TUTTO VIENE DECISO DALLA CASTA CHE TIRANNEGGIA E CONDIZIONA LE PARTITE… meno male c’era IL CAPO CLAN. NON POSSIAMO SOGNARE PERCHE’ DECIDONO GLI ARBITRI… ma almeno chiesssero SCUSA.. DEVONO SPIEGARE LE LORO DECISIONI… CUPOLA MOGGI CANCELLATA… meno male qui siamo cascati dalla PADELLA AL FUOCO VIVO… ORA RUBANO ANCHE LE PICCOLE… prima c’erano le grandi… ORA ANCHE L’ATALANTA RUBANO… CHIUDIAMO IL CALCIO TANTO TUTTO E” DECISO PRIMA. Quando CI SONO DUE DIFFERENTI METRI DI GIUDIZIO… CHEISA RICEVERA’ MOLTI CARTELLINI GIALLI.. DECISIVO E CAMBIA LE PARTITE.

  9. Già, tale padre tale figlio. Ma anche l’arbitro addetto alla VAR cosa guardava, i cartoni animati?
    Poi mi domando, ma perché altri arbitri vanno di persona a controllare il video mentre ai nostri non gliene può fregare di meno? (vedi Tagliavento con l’Inter)
    Io insisto nel dire che alla VAR non ci devono essere arbitri, ma solo tecnici, e l’arbitro deve andare a rivedere l’azione che deve essere anche proiettata sui maxischermi come succede in altre discipline.
    Sarei proprio curioso di sapere se Pairettino avrebbe avuto il coraggio di non concedere i due rigori, se le immagini fossero state viste immediatamente da migliaia di persone.
    Così la VAR non serve a un tubo, sono sempre le “giacchette nere” che decidono gli incontri.

  10. Se avessi fatto l’abbonamento a sky o mediaset chiederei il rimborso… come si fa a vendere un prodotto cosi falso.. da canto mio dopo ieri sera le mie speranze flebili sulla var potesse cambiare qualcosa sono finite, da ieri non starò neanche a perdere tempo a vederle su Internet… a farsi prendere in giro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*