Liti in casa Inter, Mancini e club nerazzurro provano a salvare capra e cavoli a colpi di comunicati

L’Inter ieri ha perso in casa contro la Lazio e pare proprio che siano scaturite dalle liti, secondo quanto scrive La Gazzetta dello Sport, che hanno reso bollente lo spogliatoio nerazzurro e che riguardano due ex viola, Jovetic e Ljajic. Mancini prima ha minacciato di cambiare Jovetic nell’intervallo, salvo poi ripensarci e mandarlo negli spogliatoi al 58′. Cambio che non è piaciuto al giocatore che si è sfogato. L’intervento di Ljajic e Guarin ha smorzato i toni. La giornata di domenica per i nerazzurri ha cominciato a girare nel verso sbagliato verso le 18.30, alla riunione tecnica della Pinetina. Mancini ha comunicato a Ljajic che non avrebbe giocato e il serbo non l’avrebbe presa bene. Tanto che quando la squadra arriva allo stadio, lui si sarebbe messo in fondo allo spogliatoio senza cambiarsi. Mancini lo avrebbe notato e ripreso duramente.”Abbiamo perso solo una partita: non serve fantasticare su presunte e infondate divisioni o liti nel nostro gruppo! I ragazzi finora sono stati grandi”, ha scritto su twitter il tecnico Mancini, col suo post che è stato ribadito dal comunicato del club: “L’Inter è prima in classifica e ieri ha semplicemente perso una partita. Questa sera sono state ingigantite normali situazioni della vita di uno spogliatoio finendo per fantasticare su fatti mai accaduti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Allora se una sconfitta li sgretola cosi c e da augirarsi l 8gennaio un altra bella sconfitta e vanno a gallina da sili

  2. Premetto che non me ne frega un fico secco dell’Inter e dei suoi problemi,anzi… vorrei capire come fanno i giornalisti a sapere delle liti negli spogliatoi, come sono venuti a conoscenza del fatto, c’è forse una microspia installata all’interno dello spogliatoio, una gola profonda che parla coi giornalisti? Sono notizie che,per me, lasciano il tempo che trovano… Buona giornata a tutti e forza Viola!

  3. Redazione, la gara che hanno perso si riferisce alla Lazio e non la Fiorentina. Almeno la credo cosi.

  4. ….. migliore soddisfazione non era possibile prevedere. I tre ex viola litigano tra di loro…., tutti cercavano migliore sorte ed eccoli accumunati a mangiare rabbia reciprocamente. In ogni caso il più indigesto a Mangini ( non è un errore di battitura il mio ), vigliacco sino alla fine, quello dell’istanza di fallimento. Il noto striscione che richiamava la dura realtà della sua famiglia mai fu più azzeccato……

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*