Questo sito contribuisce alla audience di

Lo spauracchio delle “streghe” e quell’analogia con il Crotone

A Benevento, il rischio trappola è doppio: la squadra di Baroni, ultima in classifica, è di fronte all’ennesimo bivio, un po’ come accaduto al Crotone la scorsa stagione. La squadra di Nicola, più o meno nello stesso periodo, fine ottobre, chiudeva la classifica con un solo punto, eppure a Firenze ha rischiato addirittura il colpaccio. Come ricorda il Corriere dello sport-Stadio, fu Astori a riassestare la situazione. Il capitano quella partita la ricorda ancora, per il suo primo gol in maglia viola ma anche per la rabbia accumulata per quella sommatoria di errori condensata in 90 minuti. Sarà (anche) lui a indicare la strada. Serve il secondo successo consecutivo per cercare di avvicinare il più possibile il Torino, prossimo avversario al Franchi nel turno infrasettimanale, per poi cercare il tris a Crotone, in attesa dell’esame Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Supercannabilover

    Il crotone ha avuto il problema di giocare la prima parte del campionato lontano dal propio stadio, una volta rientrati le cose sono migliorate. La difesa del Crotone inoltre era piu’ efficace di quella del benevento (Ferrari fra tutti), in attacco invece fanno pena entrambe. Il benevento giochera’ con una squadra modestissima e pure rattoppata in difesa, perdere punti sarebbe scandaloso.

  2. Non facciamo scherzi. Servono i 3 punti e dobbiamo prenderceli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*