Lo specchio della Fiorentina

La stagione della Fiorentina potrebbe essere riassunta in uno dei suoi giocatori principali, Josip Ilicic: tanto esaltante e decisivo in alcune partite quanto irritante e inconcludente in altre. La parola normalità non rientra nel vocabolario dell’ex Palermo: le sue partite sono da sette o da cinque in pagella e le vie di mezzo non sono quasi mai contemplate. Ieri è sceso in campo l’Ilicic decisivo, quello capace di decidere la partita con un gesto tecnico non indifferente e di portarsi a quota tredici gol in campionato (quindici considerando anche l’Europa League), aggiornando ancora il record di gol stagionali. Il sinistro al volo su assist di Alonso è una perla da vedere e rivedere più volte, un mix di coordinazione e tecnica non banale. Applausi o fischi, questo è Ilicic e quando dimostra con i fatti di esserci è un bene per tutta la Fiorentina, costretta altrimenti a giocare con un uomo in meno. E lo sloveno è lo specchio della Fiorentina perché, come molti altri giocatori della rosa viola, è in bilico tra la permanenza sulle rive dell’Arno o l’esodo in cerca di maggiori fortune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Ilicic bisogna farlo sentire importante e indispensabile sempre, bisogna coccolarlo ed incoraggiarlo anche quando sembra addormentarsi perché in tal caso sarà l’allenatore, che lo conosce benissimo, ad intervenire adeguatamente per scuoterlo ed ottenere effetti positivi. Anche i giocatori hanno le loro debolezze e le loro fragilità, sta ai tifosi capirli. Contestare Ilicic vuol dire perderlo come contestare altri tipi di calciatori vuol dire farli rinascere.

  2. Chi non diventerebbe “irritante,indisponente .inconcludente” possedendo un pò di classe e doti tecniche se poi lo metti a giocare con dei compagni che corrono,corrono ma a comprendonio meno di zero??

  3. infatti se un mezzo giocatore irritante e svogliato come licic è il ns capocannoniere si capisce perche anche questo anno non si vince niente..caro rene vecino e kalinic sono tra o migliori che abbiamo..io venderei altro

  4. Per far cassa lasciamo andare gente come Vecino o Kalinic , perchè il primo è un centrocampista che non segna e il secondo un centravanti che non segnerà più.
    Ilicic è l’unico con un pò di fosforo in testa e un piede che non somiglia ad un badile come il resto della squadra. Se arrivasse Gabbiadini allora si potremmo farne anche a meno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*