Questo sito contribuisce alla audience di

Lo strano caso di Matias

Il centrocampista della Fiorentina, Matias Vecino. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Da inamovibile a uno dei tanti, da perno importante del presente e del futuro della Fiorentina a riserva di Badelj e Borja Valero: in questi primi mesi di stagione ne sono cambiate di cose per Matias Vecino. Per dare un’idea di quanto stia succedendo, è sufficiente dare un occhio al minutaggio del centrocampista uruguaiano: in campionato è partito titolare in quattro occasioni su tredici, ma contro il Chievo è uscito all’ottavo minuto per infortunio. Nelle altre nove partite per tre volte è rimasto fuori per infortunio, in sei circostanze è subentrato dalla panchina e contro l’Inter è rimasto a sedere per tutta la durata dell’incontro, per un totale di 387′ giocati in Serie A. In Europa League invece, Vecino ha giocato 245′ in quattro incontri, saltando l’esordio con il PAOK per infortunio. Si tratta di numeri che dimostrano il calo di minutaggio rispetto alla stagione: i problemi muscolari accusati prima a settembre e poi a fine ottobre non hanno certamente aiutato l’uruguaiano, ma una delle altre cause è sicuramente il cambio di modulo adottato da Paulo Sousa.  Il portoghese è passato dal 3-4-2-1 al 4-2-3-1, con l’arretramento di Borja Valero nei due centrocampisti centrali: lo spagnolo è inamovibile nello scacchiere di Sousa e rimane quindi una sola maglia a disposizione, che negli ultimi periodi è sempre andata a Badelj. Per Vecino la strada è dunque in salita, anche se non mancheranno le occasioni per dimostrare a Sousa di essere l’uomo giusto per il suo centrocampo: una delle strade possibili potrebbe essere quella del passaggio al 4-3-2-1, con l’uruguaiano al posto dello spento Tello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Chiaro come il sole che giocando con il 4/2/3/1,avere Vecino,Borja,Badeli,Sanchez,Cristoforo non serve assolutamente a niente. Tanto giocano solo in due,uno sarà la prima riserva di entrambi,uno giocherà poco o niente e l’altro starà quasi sempre in tribuna. Incomprensibile. Lo scorso anno eravamo corti e con giocatori mediocri in mezzo al campo e Sousa giocava spesso con tre centrocampisti,adesso che abbiamo cinque giocatori di mediana e sono anche tutti dei buoni giocatori,Sousa gioca fisso con due soli centrocampisti. Boh? Dico io,ma se Tello ti piace ma vedi benissimo che non sta attraversando un grande periodo di forma,perché cazzarola non metti Vecino a giocare sul centro-destra (con Montella ha addirittura fatto l’ala destra classica) e sposti Ilicic più largo,che anche se non ti copre,avrà sempre Vecino alle spalle?

  2. Gabriele Flamini

    faccia giocare ZARATE al posto di tello

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*