Questo sito contribuisce alla audience di

Lo stressato Kalinic se ne torna in Croazia

Nikola Kalinic è tornato a casa in Croazia dove cercherà di smaltire questo stress da mercato che lo sta tenendo sveglio la notte e che non gli permette di allenarsi con la Fiorentina (situazione ai limiti del ridicolo). L’attaccante croato, che non ha più casa a Firenze, ha preso il volo questa mattina, secondo quanto riporta Radio Bruno, ed è tornato proprio in patria per passare i prossimi giorni in attesa della chiamata del Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

34 commenti

  1. Che delusione….
    Non mi sarei mai aspettato da lui un comportamento alla bernardeschi

  2. SE QUESTI BABBUINI si comportano così è perchè il SISTEMA CALCIO GLIELO PERMETTE. VEDI CASO SALAH LA FIORENTINA HA PERSO E LA FIFA dando ragione ai BEDUINI anche gli ha permesso sia da parte del PROCURATORE CHE IL GIOCATORE HANNO CONTINUAMENTO OFFESO DV E LA FIORENTINA da due anni a questa parte. SE POI I BIBBUINI SI COMPORTANO DI MODO NON LAMENTIAMOCI. Forse caso NEYMAR spero si SMUOVA QUALCOSA A LIVELLO FIFA. IN CASO DI INFORTUNIO GRAVE I VIZIATI CONTINUANO A RISCUOTERE I SOLDI… e gli DECURTARE LO STIPENDIO… ALTRIMENTI SUCCEDE LA GUERRA MONDIALE. Le società possono fare poco di fronte al POTERE DEI PROCURATORI…MA FARGLI PAGARE LE TASSE PROFUMATAMENTE ? Li CHIAMO in quella maniera perchè RAGIONANO CON LA CALCOLTATRICE IN MANO.

  3. L errore più grande è questo mercato senza fine.
    O si termine prima del inizio dei ritiri o si apre tutto l anno.

  4. I calciatori, come tutti coloro che prestano la propria opera per in committente/datore di lavoro, hanno delle obbligazioni contrattuali e professionali. Fare i “bambini vizziati” non è un comportamento da professionista che è ciò che si ritengono certi protagonisti del pallone essere o come tali definiti dagli addetti ai lavori.
    Ma chi sono questi?
    Qualsiasi prestatore d’opera o professionista deve rispettare i propri obblighi in caso opposto oltre ad un congruo periodo di avviso dovra anche ricevere una sanzione per i danni economici che puo comportare il suo atteggiamento alla società e non potrà MAI essere “svincolato”
    I certificati medici rilasciati da “medici” sono veramente una offesa all’intelligenza e al buon senso.
    Mi auguro che cambi velocemente tale atteggiamento da parte di questi “professionisti” che a mio parere è un parolone per chi da un calcio ad in pallone a confronto di altri veri professionisti nei vari campi scientifici economici etc i quali hanno molto meno tutele di loro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*