Lo Zarate avvelenato

Zarate calcia a rete. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Mauro Zarate stasera giocherà contro la sua ex squadra, la Lazio, contro la quale non ha mai giocato. Se dal primo minuto o a gara in corso ancora è da stabilire. Nella sua carriera in biancoceleste l’attaccante della Fiorentina ha passato i migliori momenti, arrivando nel 2008 e segnando reti a raffica, per poi passare ad un rendimento normale per poi chiudere in maniera burrascosa, prima di ritrovarsi nel Velez. Dopo il poco spazio al West Ham, i viola lo hanno acquistato per 2 milioni, impegnandosi molto, regalando qualche rete (tre) e ottimi spunti, con l’unico difetto passare poco la palla. Maurito sarà sicuramente emozionatissimo e voglioso di segnare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Mario Faccenda

    Ho paura che stasera ci arrivino delle cinghiate sui denti. Su quelli avvelenati e su quelli sani. Fv.

  2. Vero però l’ ideale era avere qualcuno che al momento giusto sappia passare la palla e con più qualitá e forza.
    Se Salah non fece per nulla rimpiangere Cuadrado non si puo’ dire lo stesso per chi é arrivato dopo Salah, ci manca uno al livello dei 2 .
    Abbiamo solo Ilicic in grado di spaccare le gare e degli altri fantasisti\ esterni offensivi l’ altro forte é Bernardeschi.

    Zarate la passava poco anche ai tempi della lazio ma alla fine non credo sia questo il problema ma che Lotito ha distrutto quel giocatore .insomma magari a gara in corso o a momenti può fare anche buone cose ma non mi pare più quello che era vicino al miglior Lavezzi e sarebbe stato un titolare indiscusso anche senza passarla quasi mai .insomma lui si é un po perso come Rossi ma x motivi diversi.
    Credo ci manchi un titolare davvero forte anche in avanti e 2 se va via ilicic

  3. Nel telaio di gioco attuale ci vuole il giocatore diverso ed individualista.
    Cosi abbini la coralità con la soluzione personale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*