Lode ad… Astori

Astori Roma 2

Da Chiappella a Celeste Pin, per arrivare a Stefano Pioli e poi Davide Astori, un viola che va a comporre la sfilza dei viola noti come i “picchiatori gentili”, quelli che spezzano con delicatezza. La Nazione fa notare come l’ex Roma sia arrivato a Firenze nello scetticismo più totale per quanto visto nella Capitale la scorsa stagione. Eppure ha saputo con personalità raccogliere la pesante eredità lasciata da Savic e trovare un’intesa quasi perfetta con Gonzalo Rodriguez al centro della retroguardia gigliata. Così, per uno arrivato in un clima di dubbi, a ogni sua entrata pulita  ad anticipare l’uomo, a ogni suo colpo di testa possente a spazzare l’area, c’è come un godimento doppio. Per la serie, con delle buone intuizioni si risparmia milioni (fa anche rima…).

© RIPRODUZIONE RISERVATA