L’orgoglio dei Della Valle

DiegoeAndreaDellaValleGrass

La gestione della Fiorentina da parte della famiglia Della Valle ha abituato ormai tutti ad una condotta retta, senza eccessivi sbalzi di entusiasmo ma anche con una solida base alle spalle, garanzia economica per il futuro. E’ un po’ il punto su cui si dibatte maggiormente in città: da un lato gli amareggiati dall’assenza della componente “folle e geniale” dalle abitudini della famiglia marchigiana; dall’altro i grati per il livello più o meno costante mantenuto dalla Fiorentina. Elemento che però non manca certamente ai fratelli di Casette d’Ete è l’orgoglio, che a tratti scaturisce qualche impennata anche inattesa: come quella che dovrebbe portare al riscatto immediato del cartellino di Mohamed Salah. Si potrà obiettare che la prospettiva sia poi quella di venderlo, magari tra un anno, per realizzare la classica plusvalenza ma è anche vero che quando sono cominciate ad uscire le voci di interessamenti di mezzo mondo (la totalità del quale più ricca della Fiorentina) tutti hanno pensato al peggio, all’impotenza di una società da “vorrei ma non posso” ed all’utopia di una spesa così ingente, da effettuare nell’immediato. E invece ecco il moto d’orgoglio e la concorrenza pronta ad essere sbaragliata: sperando di non rimanere delusi e beffati ma la mossa dei Della Valle, in questo caso, è stata di quelle forti davvero.

Foto: Paolucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 commenti

  1. Ma non diciamo bischerate è che se perdono Salah fanno una figura barbina ecco la verità, altro che orgoglio e poi anche se lo riscattano a giugno prossimo lo rivendono come è successo con Cuadrado.
    E poi mi dite chegestione è arrivare a una settimana dal ritiro e non sapere con che rosa di giocatori si gioca il prossimo campionato , abbiamo un nuovo allenatore che dovrebbe far capire alla totale rosa della Fiorentina il suo gioco , ma come può farlo se non sa nemmeno lui chi arriva………….

  2. lo fanno perché perdere anche lui oltre montella sarebbe un fallimento totale e poi eventualmente nn lo acquistano per migliorare la rosa ma solo per venderlo il prossimo anno, quindi non è per fare una viola più forte ma solo per il proprio tornaconto. in definitiva il famoso ultimo scalino non lo saliremo mai con loro vgs montella

  3. l’acquisto anticipato dell’egiziano (ammesso che sarà), mi sembra simile al riscatto di Cuadrado: spesa folle per poi rivenderlo con ottima plusvalenza + Salah gratis. Posso anche esser d’accordo purchè si faccia sempre come i gobbi: ne vendono uno forte e reinvestono in uno fortissimo. Mi stanno sulle balle da morire ma, obiettivamente, non gli si può dir niente.

  4. Ancora un a volta i dirigenti della Fiorentina partono sempre in ritardo.. Salah andava prospettato il contratto Prima che finisse il campionato…

  5. Gli orgogliosi raramente hanno vinto le guerre!
    I saggi raramente le hanno perse!!
    L’orgoglio non paga! Fossero stati meno “pirla”: uno stipendio di allenatore in meno, un Salah a poco e una squadra già fatta.
    Ora si riparte da zero. Basta che Salah, alla Gomez, si faccia male e noi tifosi ci teniamo quel posto sempre ben lubrificato!
    L’orgoglio è dei dementi! E io lo lascio volentieri a loro!
    Quando fanno queste mosse, subito mi incazzo, ma poi mi fanno pena.
    Salah è sopravalutato.

  6. Spero che l’obiettivo per il centrocampo non sia solo baselli altrimenti abbiamo un centrocampo penoso…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*