L’Uefa apre un’inchiesta nei confronti del Napoli, ecco i motivi

image
Il giorno dopo la vergogna arbitrale di Napoli-Dnipro, e gli attacchi di Aurelio De Laurentiis, arriva la vendetta di Michel Platini. La Uefa ha infatti aperto un’inchiesta sul Napoli dopo la sfida di Europa League Napoli-Dnipro. Sono tre i capi di accusa: fuochi d’artificio, organizzazione insufficiente (scale bloccate) e uso di puntatori laser. Il caso sarà esaminato il 21 maggio. “Al momento non c’è nessun commento”. La Uefa si è limitata a replicare così all’agenzia Adnkronos dopo le dichiarazioni rilasciate ieri dal presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis. Il numero 1 del club partenopeo, dopo il pareggio per 1-1 contro il Dnipro nell’andata delle semifinali di Europa League, ha criticato l’arbitraggio e ha accusato Michel Platini, presidente della Uefa, alludendo ad una strategia che punterebbe a favorire il Siviglia nelle fasi finali del torneo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA