Questo sito contribuisce alla audience di

Lupoli: “Alla Fiorentina il peggior anno della mia carriera. Sono stato affossato”

C’è stato un momento in cui Arturo Lupoli era considerato uno dei migliori attaccanti italiani, almeno in prospettiva (stessa generazione e stessa provenienza, Parma, di Giuseppe Rossi). In quel momento la Fiorentina era riuscito ad accaparrarselo, riportandolo in Italia dopo il suo periodo inglese all’Arsenal. Un’esperienza, quella a Firenze, che il giocatore non esita a definire in maniera molto negativa: “Alla Fiorentina con Prandelli ho fatto uno spezzone in un campionato – ha detto Lupoli, che ora gioca con la Fermana in Lega Pro – È stato il peggior anno della mia carriera. E pensare che avevo chiuso con il Napoli: mi aspettavano De Laurentiis e Marino per firmare, ma i procuratori mi hanno indotto a scegliere Firenze facendomi fare brutta figura con il Napoli a cui avevo dato la mia parola. Sono stato premiato dal punto di vista economico, ma affossato da quello tecnico. L’anno dopo nessuno mi voleva: ero finito nel dimenticatoio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. La tua carriera è passata per Firenze senza lasciare il segno???? Di certo non è colpa di Prandelli…. se ti riteneva scarso …. guarda marcos Alonso era scarso ma poi ….. gioca nel Chelsea….. invece te a 30 anni sei un fenomeno che giochi in lega pro….. visto che un giocatore in media gioca fino a 36 anni hai ancora qualche chance per giocare in b

  2. Bibi, sottoscrivo il tuo commento

  3. Questa storia fa capire l’evoluzine della Fiorentina: prima veniva preferita al Napoli, ora …..

  4. ma un bel curriculum vitae al mercato, ci hai mai pensato?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*