L’utopia del partner finanziario autoctono: gli esempi da seguire

Il sogno ideale è quello di un’imprenditoria fiorentina pronta ad investire insieme ai Della Valle per la realizzazione del maxi progetto del nuovo stadio e delle strutture annesse. Un’idea che però era già naufragata ai tempi del fallimento, nel 2002, quando l’intervento risolutivo giunse da fuori città. Ed anche oggi sembra difficile ipotizzare un epilogo del genere alla ricerca dei tanto agognati partner finanziari, disposti a partecipare all’ingente investimento da 420 milioni. Nel calcio moderno tuttavia l’investimento autoctono sembra ormai superato, basta guardare all’estero: in Premier imperversano le proprietà straniere. Il City è in mano agli emiri arabi, lo United agli americani, il Leicester ai thailandesi e il Chelsea ai russi, tanto per fare alcuni esempi; gli stessi emiri furono i protagonisti anche della creazione dell’Emirates, lo stadio in cui gioca l’Arsenal. E poi che dire del Psg, posseduto da un qatariota, e del Monaco, anch’esso di matrice russa o della stessa Inter, per rimanere al nostro paese, finita nelle mani prima di Suning. Tutti casi di club che hanno attirato sì investimenti ma non dai luoghi limitrofi: ebbene il futuro della Fiorentina potrebbe, chissà, rispecchiare questo trend…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Ma è ovvio, il resto sono stupide considerazioni da provincialotti…. il mondo adesso è questo e non resta che adeguarsi, altre strade non ci sono…

  2. Siamo veramente ad una svolta storica anche per FIRENZE Città e questa volta la rpesentazione avviene nella SALA D’ARMI di Firenze. Potrebbe davvero essere UNICO a livello nazionale infatti si tratta di costruire uno Stadio Nuovo in terreni dove non è alloggiato nessun impianto sportivo. Sono convinto che dato il via libera chi vuole investire si presenterà per fare il progetto. Se viene veramente fatto è un MIRACOLO portarlo a termine per i BLOCCHI ETERNI DI FIRENZE. Fare una grande opera del genere siamo a livello di quando fu costruito il DUOMO a FIRENZE E RILANCIA ANCORA DI PIU’ NEL MONDO FIRENZE. Stiamo zitti a QUALCUNO IN CITTA’ DA NOIA..ADDORMENTATI SULLE OPERE FATTE NEL PASSATO. GIUSTO farlo anche per valorizzare un quartiere. Altri quartieri dovrebbero essere riqualificati della città

  3. Sono quelli che hanno più soldi in questo momento, c’è poco da fare. Gli emirati sono i più ricchi del mondo poi ci sono i cinesi e gli americani e infine il resto delle pecore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*