Ma come è cambiata la vita di Tatarusanu da quando c’è Sportiello!

Su una cosa Paulo Sousa ha perfettamente ragione: la competizione interna ti stimola a dare molto di più. Fino a quando c’erano Lezzerini e Dragowski, Ciprian Tatarusanu poteva dormire sonni tranquilli, fuori dal campo ma anche in campo (purtroppo). Dallo scorso gennaio in poi tutto è cambiato per il rumeno, ma anche per la Fiorentina: evidentemente la concorrenza di Sportiello lo ha costretto a dare qualcosa in più sia in allenamento che è in partita. Ecco se c’è qualcuno a cui è cambiata la vita dallo scorso mercato in avanti è sicuramente il Tata, che ha infilato una serie di prestazioni importanti, una dietro l’altra, con poche, pochissime stecche (forse solo contro il Torino non è stato almeno sufficiente). La parata compiuta su Petagna a Bergamo è di quelle che non si vedono spesso sui campi di gioco, considerato anche che stiamo parlando di una persona di due metri d’altezza che ha dimostrato tempi di reazione di un gatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Sportiello ha più prospettiva, Tata e’ forte tra i pali ma resta sempre piantato nelle uscite non dando troppa sicurezza in questo fondamentale. Che fare? Se deve essere svenduto per meno di 3 milioni lo terrei, alternandosi con Sportiello, per avere un suo affidabile. Se portasse 4/5 milioni e si e’ convinto su Sportiello si potrebbe tenere il polacchino di riserva, che altrimenti deve andare a giocare.

  2. A me non sembra che sia cambiato qualcosa, penso che se uno è un professionista cerca di impegnarsi sempre al massimo, indipendentemente dalla concorrenza che può avere. Non mi pare che prima fosse un brocco come adesso non mi sembra un fenomeno, è un discreto portiere che fa ogni tanto qualche cappella, chi non le fa? Vi ricordate quella di Handanovic lo scorso anno? eppure lo reputo dieci volte più forte….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*