Ma è un Rossi già diverso: ecco perché

Giuseppe Rossi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com
Giuseppe Rossi. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Sta raccogliendo la maggior parte delle attenzioni Giuseppe Rossi e non potrebbe essere altrimenti, visto l’affetto che ha sempre attirato e l’indiscusso valore tecnico. Un po’ tutti sognano di ritrovare almeno in parte il calciatore che nella prima parte della stagione 2013/14 si era issato in testa alla classifica cannonieri. E questa speranza è fomentata comunque dalle risposte che l’attaccante sta dando nel ritiro di Moena, poiché aldilà delle tre reti messe a segno ha scalato uno scalino importante rispetto alle due estati passate, ponendosi subito a disposizione del tecnico. L’ultima volta era stato proprio nel 2013, quando partì subito da titolare nelle prime uscite in amichevole e nelle prime gare ufficiali: nel 2014 e nel 2015 aveva saltato invece le prime sgambate anche perché il suo fisico non dava grandi garanzie. Il Rossi edizione 2016 invece è già pronto, ed in attesa di capire se potrà rimanere o meno, è già diverso rispetto alle sue versioni precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*