Ma stavolta la luce la accende Pepito

Provando a cercare qualcosa di buono in una serataccia, da dimenticare per tanti aspetti, lo si può trovare sicuramente nell’ingresso di Giuseppe Rossi: l’attaccante viola mancava dallo spezzone di gara contro il Carpi in Coppa Italia ed aveva poi lasciato spazio a Ilicic e Kalinic. Ieri però, a differenza di tante altre volte, l’ingresso di Pepito ha davvero scompaginato un copione di gara fin troppo esasperante, dove la Fiorentina non riusciva a trovare sbocchi e soluzioni un minimo fantasiose. Non a caso, la Gazzetta dello Sport lo ha premiato come migliore in campo dei suoi, viste le due conclusioni con cui ha scaldato le mani a Berisha. A questo punto potrebbe tornare in forte discussione anche la sua posizione, nelle gerarchie di Sousa così come sul mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Vorrei rileggere il prossimo articolo dell’ espertissimo di calcio Stefano Del Corona. Vedere tutti i giorni ,giocare Mati , Kuba, Babacar , sapere dentro di se che non valgono neanche un laccetto delle sue scarpe , e vedere sistematicamente che venivano impiegati al suo posto , nonostante che tutt’ora l’allenatore dica che ha bisogno di giocare con continuita’ , e’ stata la piu’ grossa presa per il c…del secolo. Chissa se lei si meraviglia ancora che se ne voleva andare a giocare altrove

  2. se giocava dall’inizio.o pepito o babacar.sosa ha lasciato kalinic troppo solo in attacco.

  3. finalmente è entrato bene.
    A questo punto le cose son due, o ha recuperato un po’ di condizione dall’ultima presenza oppure era questione psicologica e mal sopportava la panca, mentre ora per mettersi in mostra ha più grinta.

    In ogni caso però non si può dar via.
    Però non ho capito perché un esterno come ocampos etc non possa venire se non va via lui come scritto da alcuni giornali.
    Son fisime loro o c’è una questione di numeri della rosa da rispettare?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*