Macia e un addio nel silenzio generale

MaciaCampodiMarteEduardo Macia se ne va lascia la Fiorentina dopo annate memorabili. Se ne torna in Spagna, precisamente a Siviglia, e la società dei Della Valle lo congeda con un comunicato freddo e distaccato che forse un direttore tanto incisivo della resurrezione della Fiorentina non avrebbe meritato. Tanti giocatori di primo livello, e non, sono arrivati grazie a lui, ma come ai tempi di Corvino, l’addio è stato gelido, senza un messaggio, o una conferenza stampa per ringraziare Macia, o viceversa, le parole dell’ormai ex direttore tecnico per motivare la sua scelta di lasciare Firenze così, dopo aver ripetuto più e più volte di voler rimanere fino alla scadenza naturale del contratto con i Della Valle. Così lo spagnolo se ne torna a casa nell’indifferenza generale della Fiorentina che già da ieri guarda al futuro societario con Roberto Ripa pronto a prendere il posto di Macia accanto a Pradè.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

41 commenti

  1. stadio con annessi e connessi introiti entrino in società?
    Macia era una persona seria, per essersene andato via mentre la sua squadra combatteva su 3 fronti e quindi poteva prendersene pure il merito, qualcosa di molto strano è successo!!! Io non attaccherei Montella fossi i i tifosi Viola, perché magari a fine campionato quest ultimo sara costretto ad andare al Milan dei nuovi proprietari cinesi…
    e la fiorentina? Ripartirà da 0 con un nuovo progetto!!!
    Vi piace questo scenario? Spero di no,

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*